Contenuto sponsorizzato

Pitbull insegue e morde un ciclista. Scatta la denuncia e l'animale è in libertà vigilata

Il sindaco Adalberto Mosaner ha emesso un'ordinanza che prevede alcuni obblighi per i proprietari

Pubblicato il - 19 aprile 2018 - 09:36

RIVA DEL GARDA. Nei giorni scorsi un turista tedesco si trovava in sella alla propria bici nella zona di S. Andrea a Riva del Garda quando ad un certo punto è stato inseguito e morso da un cane di grossa taglia, un American pitbull terrier.

 

L'uomo, un turista tedesco, si è portato immediatamente al pronto soccorso per essere medicato e ha poi sporto denuncia presso la polizia locale Alto Garda Ledro.

 

In questi casi il regolamento della polizia veterinaria prevede che l'animale debba essere tenuto in osservazione per la profilassi antirabbia presso un canile autorizzato per poi attivare un percorso utile ad accertare le condizioni psicofisiche dell'animale. Esiste però la deroga per l'osservazione del cane presso il domicilio del possessore. Questo dopo il consenso del veterinario e del primo cittadino.

 

Nello circostanza specifica vi è stato il consenso del servizio veterinario e anche del primo cittadino Adalberto Mosaner che però ha dettato una serie di misure che devono essere seguite. L'obbligo di custodia del cane prevede che l'animale deve essere mantenuto in un idoneo spazio recintato, l'obbligo di guinzaglio di lunghezza inferiore ad un metro e mezzo, la museruola in aree urbane e comunque aperte al pubblico. Infine anche l'obbligo di una assicurazione.

 

La segnalazione arrivata dall'azienda sanitaria indica la presenza anche di altri animali che possono essere “potenzialmente pericolosi per le persone”. Nell'ordinanza del Comune si prevede che la polizia locale svolga l'identificazione dei cani e, se possibile, dei proprietari.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
altra montagna
17 giugno - 19:00
L’infelice affermazione di Paolo Roccatagliata, consigliere di Municipio 2 di Fratelli d'Italia a Milano, è figlia di un [...]
Montagna
18 giugno - 10:40
I due avevano seguito una traccia errata, operazioni di avvicinamento rese difficili dalla nebbia
Cronaca
18 giugno - 10:03
Si lavora per rimettere in sicurezza la carreggiata: all'altezza di San Cristoforo, traffico deviato verso la Sp1 del lago di Caldonazzo. Code e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato