Contenuto sponsorizzato

Pregiudicato si nasconde nel bagno del treno per fuggire alle forze dell'ordine, fermato e portato in carcere

Sull'uomo gravava un ordine di carcerazione per il reato di evasione emesso dal tribunale di Agrigento

Pubblicato il - 04 agosto 2018 - 16:03

BOLZANO. E' stato fermato al Brennero e su di lui gravava un ordine di carcerazione per il reato di evasione. Ad essere arrestato è stato un pregiudicato 60enne già condannato dal tribunale di Agrigento.

 

L'operazione è avvenuta con il personale del 4° Battaglione Carabinieri di Mestre (VE), in servizio presso lo scalo ferroviario del Brennero per i controlli di frontiera in ausilio al Commissariato, durante un giro d’ispezione.

 

Gli agenti, hanno sorpreso l'uomo nel bagno di un vagono che tentava di sottrarsi ai controlli delle Forze dell’Ordine. Al termine dell’identificazione è emerso che sul sessantenne cittadino italiano pluripregiudicato, gravava un ordine di carcerazione.

 

L'uomo è stato arrestato e portato al carcere di Bolzano.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:29

Mentre il presidente della Regione Kompatscher lavora per portare la concessione dell'autostrada nelle mani solo degli enti pubblici, da parte della giunta provinciale trentina la sensazione è che si stia remando in direzione contraria. L'ex presidente Ugo Rossi: "Fugatti ostacola la comunanza di visione tra le province. Vuole fare gli interessi dei veneti. Così rischiamo di andare alla gara"

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 18:30

Dopo il mancato apparentamento il sindaco uscente Betta chiede il sostegno degli ambientalisti: “Su molti punti siamo vicini, Parisi potrebbe essere la garante di un accordo programmatico, mi sento di tendere la mano alla coalizione ambientalista e sono pronto ad accogliere alcuni esponenti all’interno della Giunta”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato