Contenuto sponsorizzato

Pregiudicato si nasconde nel bagno del treno per fuggire alle forze dell'ordine, fermato e portato in carcere

Sull'uomo gravava un ordine di carcerazione per il reato di evasione emesso dal tribunale di Agrigento

Pubblicato il - 04 agosto 2018 - 16:03

BOLZANO. E' stato fermato al Brennero e su di lui gravava un ordine di carcerazione per il reato di evasione. Ad essere arrestato è stato un pregiudicato 60enne già condannato dal tribunale di Agrigento.

 

L'operazione è avvenuta con il personale del 4° Battaglione Carabinieri di Mestre (VE), in servizio presso lo scalo ferroviario del Brennero per i controlli di frontiera in ausilio al Commissariato, durante un giro d’ispezione.

 

Gli agenti, hanno sorpreso l'uomo nel bagno di un vagono che tentava di sottrarsi ai controlli delle Forze dell’Ordine. Al termine dell’identificazione è emerso che sul sessantenne cittadino italiano pluripregiudicato, gravava un ordine di carcerazione.

 

L'uomo è stato arrestato e portato al carcere di Bolzano.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 13:07

Quando aveva 12 anni Ibrahim Songne è arrivato dal Burkina Faso a Trento. Qui ha studiato all'Enaip e dopo aver lavorato in un panificio-pasticceria ha deciso di realizzare il suo sogno di aprire un proprio locale. Nel 2018 in via Cavour a Trento apre "Ibris''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato