Contenuto sponsorizzato

Pulizia delle strade, strage di multe in centro

Le operazioni notturne sono iniziate lunedì 17 settembre. La sanzione prevista è di 41 euro, ridotta a 28,70 euro se si paga entro cinque giorni dall'accertamento

Pubblicato il - 22 settembre 2018 - 11:24

TRENTO. Sono iniziate lunedì 17 settembre le operazioni di spazzamento e lavaggio notturno delle strade del capoluogo da parte di Dolomiti Ambiente. Almeno quarantotto ore prima dell'intervento, nelle zone interessate viene posizionata la segnaletica indicante il divieto di sosta e fermata dalle 19 alle 5 del giorno successivo, ma è già strage di contravvenzioni.

 

 

Tanti, infatti, gli automobilisti sanzionati, questa volta tra via Petrarca e via Gazzoletti, che si sono trovati la multa sul parabrezza. La sanzione prevista è di 41 euro, ridotta a 28,70 euro se si paga entro cinque giorni dall'accertamento.

 

La polizia locale ricorda che la segnaletica collocata in via temporanea per imporre prescrizioni, come quelle previste in occasione del lavaggio delle strade, hanno priorità rispetto alla segnaletica esistente e collocata in via permanente.

 

L'invito agli automobilisti è pertanto di fare attenzione alla presenza di segnali temporanei e alle indicazioni riguardanti il giorno e l'ora in cui i divieti entrano in vigore e hanno efficacia. Queste operazioni sono pianificate fino a venerdì 26 ottobre.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

Una riforma che viene presentata e spiegata tra le elezioni amministrative. Magari un sindaco può anche essere d'accordo e un successore potrebbe trovarsi a incassare un iter iniziato da altri. Poi c'è la partita operatori. Tra scorporazioni e nuovi assetti si ipotizza uno spezzatino per arrivare a 10 Aziende per il turismo. Il punto di partenza sono 15 Apt e 5 Consorzi Pro loco. Il rischio è di non soddisfare nessuno e vedere nascere Pro loco ovunque

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato