Contenuto sponsorizzato

Multe e auto rimosse con il carro attrezzi: in via Lungadige sono partiti i lavori del cantiere e sul posto è intervenuta la polizia locale

Per far spazio ai lavori sgomberato il “parcheggio” di fronte all’ex Italcementi. La polizia locale del Comune di Trento è entrata in azione per multare e rimuovere diverse automobili in sosta. Nei giorni scorsi erano stati posizionati i cartelli per avvertire gli automobilisti

Di T.G. - 22 ottobre 2020 - 10:41

TRENTO. Già nei giorni scorsi intorno all’area dell’ex Italcementi si era notato un certo movimento ed erano comparsi i primi escavatori, entrati in azione per preparare l’area del futuro cantiere.

 

Con i mezzi pesanti erano comparsi anche i primi cartelli che vietavano sosta e fermata degli automobilisti. Per molto tempo infatti, la parte di via Lungadige, dove oggi si affaccia il Centro Sociale Bruno, è stata una sorta di zona franca per molti automobilisti e pendolari che lì parcheggiavano il proprio mezzo.

 

Nonostante i parcheggi non fossero segnalati per molti era diventata una consuetudine lasciare l’auto, solitamente senza riceve noie o conseguenze. Ora però la musica è cambiata, a quanto pare a breve sarà abbattuta parte del muro di cinta dell’ex Italcementi e per far spazio ai mezzi pesanti, pertanto le auto non possono più starci.

 

Già nelle scorse settimane erano comparsi i cartelli per avvisare gli automobilisti che dal 22 settembre, per il primo tratto, e dal 22 ottobre per il secondo la sosta e la fermata sarebbero state categoricamente vietate. Alcuni irriducibili però hanno continuato a parcheggiare la propria auto per questo in mattinata sono entrate in azione alcune pattuglie della polizia locale con un carro attrezzi per multare e rimuovere le auto in sosta.

 

Per il momento il divieto vale solo dove appositamente segnalato dai cartelli, eppure quasi una decina di automobilisti al loro ritorno troveranno una brutta sorpresa. La multa per divieto di sosta è di 41 euro (ridotta a 28,70 se si paga entro 5 giorni), ma a questa probabilmente dovranno aggiungersi i costi per la rimozione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 20:20

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 49 in alta intensità. Sono stati trovati 176 positivi a fronte dell'analisi di 740 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 23,8%

30 novembre - 20:31

Un'operazione un po' diversa rispetto al modello di screening di massa altoatesino, ma comunque un'attività a più ampio raggio per cercare di interrompere il prima possibile eventuali catene di contagio attraverso una serie di test antigenici. E' necessaria l'impegnativa del medico di base per portare effettuare il tampone

30 novembre - 19:37

La proposta è quella degli skipass solo a chi pernotta almeno 1 notte in una struttura oppure le persone che possiedono o mettono in affitto una seconda casa. Dura la Cgil, Stefano Montani: "Ennesima estemporanea uscita di Failoni, una proposta che almeno ha il pregio di far sorridere, magari amaramente, ma pur sempre sorridere. L'assessore in cerca di facile pubblicità la smetta di ragionare da albergatore e inizi a farlo da assessore"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato