Contenuto sponsorizzato

Rincorre i cani, ma ruzzola nella scarpata e finisce nel torrente, un 66enne in ospedale

L'incidente è avvenuto intorno a mezzogiorno nei boschi di Lavis all'altezza della diga di San Giorgio. Sul posto vigili del fuoco volontari di Lavis, Soccorso alpino e nucleo fluviale dei pompieri di Lavis e quello di Trento

Pubblicato il - 01 May 2018 - 16:12

LAVIS. Incidente a mezzogiorno nei boschi intorno a Lavis. Un uomo in passeggiata con i propri cani è inciampato e quindi è ruzzolato nella scarpata per alcuni metri.

 

Il 66enne del posto stava rincorrendo i cani che sono scappati, quando all'altezza del ponte di San Lazzaro alla diga di San Giorgio, l'uomo è inciampato per finire nel torrente Avisio

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, compreso l'elicottero, i vigili del fuoco volontari di Lavis, il Soccorso alpino e il nucleo fluviale dei pompieri di Lavis e il corpo di Trento.

 

L'uomo è stato stabilizzato e verricellato per il trasporto all'ospedale Santa Chiara di Trento. Fortunatamente, nonostante le numerose contusioni, non è in pericolo di vita.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 February - 20:10

Da quando c'è il Covid, le attività ludiche e ricreative proposte ai bambini di Protonterapia si sono dovute fermare. Così, a organizzare il loro tempo libero nelle difficili situazioni che vivono i pazienti, ci pensano le famiglie. Il direttore Maurizio Amichetti racconta le difficoltà di quest'anno di pandemia

25 February - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

25 February - 08:31

La Commissione europea avrebbe chiesto spiegazioni alla Germania per l'inasprimento dei controlli alle frontiere. Un'iniziativa cui ha fatto seguito quella dell'Austria, ragione per cui la situazione al valico del Brennero è  critica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato