Contenuto sponsorizzato

Si masturba in auto mentre scarica materiale pedopornografico, arrestato 47enne residente a Trento

L'uomo è stato colto in flagranza di reato.In auto aveva una consolle sullo sterzo dell’autovettura dove posizionava ben 6 dispositivi mobili e scaricava materiale 

Pubblicato il - 26 novembre 2018 - 14:08

TRENTO. Parcheggiava l'auto all'esterno di un negozio di cui era cliente abituale e poi usando la wifi dell'attività scaricava materiale pedopornografico e si masturbava all'interno del mezzo.

 

L'uomo, un 47enne italiano residente a Trento, ma originario di un'altra regione, sabato è stato visto in via Pranzeroles mentre si masturbava all'interno della macchina da alcuni cittadini che hanno immediatamente avvisato il 112 Nue .

 

I fatti segnalati, avvenuti intorno alle ore 11, hanno avuto immediato riscontro da parte dell’equipaggio della volante che ha sorpreso l’uomo in flagranza di reato.

 

L'uomo, grazie all'uso del wifi, aveva predisposto una consolle sullo sterzo dell’autovettura dove posizionava ben 6 dispositivi mobili e scaricava materiale pedopornografico.


Condotto in stato d’arresto in ufficio l’uomo è risultato essere già stato oggetto di condanne per analoghe fattispecie delittuose. Questa mattina è stato convalidato l'arresto e la custodia cautelare in carcere, mentre tutto il materiale rinvenuto nell’autoveicolo è stato sottoposto a sequestro.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato