Contenuto sponsorizzato

Si scaglia contro la moglie e gli agenti di polizia, medico in pensione allontanato dalla casa familiare

Per l'uomo è stato emesso anche il divieto di avvicinarsi ai luoghi che abitualmente sono frequentati dalla moglie e dalla figlia

Pubblicato il - 16 giugno 2018 - 13:06

TRENTO. E' dovuta intervenire la squadra volante della Polizia per fermare l'uomo, un medico in pensione, che si era scagliato contro la moglie ferendola.

 

I fatti sono avvenuti mercoledì scorso e l'uomo non era nuovo ai maltrattamenti in famiglia. Tali comportamenti avevano già determinato, nel mese di settembre dello scorso anno, l’adozione nei suoi confronti di un ammonimento del Questore.

 

Tuttavia l’uomo, consumatore abituale di bevande alcoliche, non ha mai dato segni di ravvedimento, come dimostrano i numerosi interventi recentemente compiuti dalla Polizia di Stato, sempre per lo stesso motivo, in soccorso di sua moglie sempre più frequentemente vittima di vessazioni.

 

L'ultimo episodio è avvenuto mercoledì quando la squadra volate è dovuta intervenire all’ennesima richiesta di intervento da parte della signora, che nell’occasione era stata costretta a rifugiarsi dai vicini. Gli operatori sul posto hanno contenuto la furia dell’uomo che ripetutamente tentava di insultare e scagliarsi contro gli stessi e sua moglie.

 

La donna ha ricevuto le cure del caso presso il Pronto soccorso mentre l'uomo è stato accompagnato negli Uffici della Questura. Nei suoi confronti è stato emesso un provvedimento dell’allontanamento urgente dalla casa familiare, con il divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalle vittime dei comportamenti violenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

14 dicembre - 19:51

Si tratta di un uomo di 53 anni di Zambana. Faceva parte di un gruppo di tre persone. I soccorritori sono riusciti ad individuarlo e dopo averlo estratto da sotto la neve, in stato iniziale di ipotermia, è stato trasportato a Merano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato