Contenuto sponsorizzato

Spediscono cinque pacchi di henné, ma si tratta di mezzo quintale di droga. Condannati a due anni

La spedizione è stata intercettata all'Aeroporto di Milano Malpensa e il destinatario era di Bressanone. I finanzieri di Trento si sono mossi per una 'consegna controllata' e hanno arrestato due uomini residenti in Austria 

Pubblicato il - 08 marzo 2018 - 10:05

TRENTO. Doveva arrivare per posta, ma è stata intercettata dall'Aeroporto di Milano Malpensa. Mezzo quintale di khat, la droga 'etnica' o 'droga dei poveri', è stata così sequestrata dalla Guardia di finanza altoatesina e trentina. 

 

Questa droga, ampiamente diffusa in Etiopia, YemenSomalia, ma anche in diverse aree del Corno d’Africa era stata suddivisa in cinque spedizioni postali con provenienza da Addis Abeba e dirette a un cinquantasettenne, incensurato, altoatesino di Bressanone.

 

Questi pacchetti sono stati intercettati dalla Guardia di finanza e dalla Dogana dell’aeroporto di Malpensa, che hanno subito interessato i colleghi di Trento per procedere attraverso una 'consegna controllata'.

 

Le fiamme gialle trentine, dopo aver appurato, con l’ausilio dei colleghi della Compagnia di Bressanone, che l’apparente destinatario dei pacchi risultava ignaro del loro reale contenuto, in quanto incaricato da terze persone, dietro modesto compenso, della ricezione di quello che gli era stato fatto credere essere dell’innocuo hennè per tatuaggi, hanno scoperto che i committenti gli avevano fissato un incontro, nei pressi di un bar di Bressanone, per accordarsi sul ritiro della merce.

 

All’appuntamento, però, si sono presentati anche i finanzieri, che hanno identificato e fermato i responsabili, due uomini di 33 e 39 anni, entrambi di origini somale, residenti, rispettivamente, a Telfs e Schwaz, in Tirolo (Austria). La Guardia di finanza ha così sequestrato anche i 55,3 chili di khat, destinato oltreconfine.

 

I due somali, dopo essere stati portati alla Casa circondariale di Bolzano hanno patteggiato e sono stati condannati dal Tribunale di Bolzano a due anni di reclusione per traffico di stupefacenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

06 luglio - 16:28

In fase Covid-19 l'uomo era stato trasferito ai domiciliari nella casa di lui e lei e questo aveva scioccato la famiglia di Eleonora che da quasi un anno chiede giustizia per la barbara uccisione della giovane donna. Negli scorsi giorni la perizia ha confermato che l'uomo è capace di intendere e volere e ora rischia l'ergastolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato