Contenuto sponsorizzato

Telecamere e foto-trappole, la polizia identifica tanti "furbetti" dell'immondizia

Diversi i casi di abbandono dei rifiuti alle isole ecologiche sparse tra i diversi Comuni delle Giudicarie. Il modus operandi è un po' sempre quello. La persona arriva, parcheggia, si guarda intorno per vedere che non ci sia qualche volante oppure qualche "impiccione", apre il bagagliaio e lascia le immondizie

Pubblicato il - 03 luglio 2018 - 13:38

TIONE. Diverse le persone "pizzicate" depositare indebitamente rifiuti alle isole ecologiche sparse nei diversi Comuni delle Giudicarie. Gli ultimi episodi si sono verificati nel corso del week-end. 

Il modus operandi è un po' sempre quello. La persona arriva, parcheggia, si guarda intorno per vedere che non ci sia qualche volante oppure qualche "impiccione", apre il bagagliaio e lascia i propri rifiuti prima di riprendere la marcia. E sono tanti i turisti, ma anche i residenti, colti in flagranza

 

Alcune segnalazioni dei cittadini, ma anche le immagini delle telecamere e alcune foto-trappole hanno consentito alla polizia della Giudicarie di entrare in azione e identificare tutti i "furbetti" dell'immondizia, che rischiano una sanzione in media di 100 euro più le spese.

 

Una cattiva abitudine, trasversale a residenti e turisti, soprattutto in quelle località a vocazione turistica in questo periodo dell'anno, che contribuisce a alimentare il degrado urbano, ma anche nuocere all'ambiente. 

 

Senza dimenticare che l'errato conferimento comporta anche spese maggiori tra smaltimento e controlli alle amministrazioni comunali, situazioni che si traducono implicitamente nell'aggravio delle spese per tutti i residenti. Insomma, maggiori costi per la comunità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 dicembre - 05:01

A sinistra sembra cominciato il gioco più amato di quest'area politica: la tafazziana scissione. Il partito di Boato e Coppola probabilmente conta di sfruttare l'onda lunga dei movimenti ambientalisti in Europa ma proprio nome e simbolo rischiano di renderli poco attrattivi e di legarli a vecchie logiche. Molto dispiaciuto il presidente di Futura: ''Non sarà una lista in più a darci maggiore chance di vittoria''

11 dicembre - 19:46

Il versamento a Fratelli d'Italia è apparso nell'ultima inchiesta fatta dall'Espresso. L'attuale presidente dell'associazione è Sergio Berlato, ex Alleanza Nazionale e eletto in Europarlamento quest'anno con Fratelli d'Italia. L'ex presidente dei cacciatori è stata eletta nel 2018 in Parlamento sempre con il partito della Meloni 

11 dicembre - 16:21

Il sindacato si scaglia contro il disegno di legge sponsorizzato da Fugatti “Ritorsioni della provincia verso i familiari dei condannati”. Qualora la norma fosse approvata la Fiom fa appello al governo nazionale “affinché blocchi questo gravissima e insensata deriva della democrazia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato