Contenuto sponsorizzato

Traffico di droga, 58 persone segnalate: tra di loro anche 17enni

Nuovi sviluppi dell'operazione "Judicarien" condotta dai carabinieri di Riva del Garda. Le indagini hanno accertato più di 1100 cessioni di sostanze stupefacenti di tutti i tipi, dalla cocaina all’hashish e marijuana

Pubblicato il - 27 marzo 2018 - 14:11

RIVA DEL GARDA. Ci sono anche 17enni tra le 58 persone segnalate all’Autorità Amministrativa nel corso dell'indagine “Judicarien” portata avanti dai carabinieri di Riva del Garda che ieri ha visto un’operazione di polizia giudiziaria che ha sgominato uno traffico di stupefacenti attivo tra le province di Trento e Brescia con 10 ordinanze di custodia cautelare effettuate.

 

L’operazione denominata “Judicarien” è scaturita da controlli operati nella zone delle Valli Giudicarie, da qui il nome dell’operazione, e da successive attività informative svolte dai militari delle Stazioni presenti sul territorio.

 

Le 58 persone sono state segnalate per l’uso di sostanze stupefacenti. Le indagini hanno accertato più di 1100 cessioni di sostanze stupefacenti di tutti i tipi, dalla cocaina all’hashish e marijuana.

 

I più giovani, come già detto, sono 17enni, i più “vecchi” 35enni, ma l’età media si aggira comunque intorno ai 20/22 anni. Tra di loro anche molti degli arrestati, che, oltre a spacciare, erano anche consumatori. Alcuni dei segnalati erano clienti assidui, con acquisti anche quasi quotidiani.

 

Il volume di droga sequestrato, 1 chilo e mezzo e quello accertato come spacciato, stimato in 2 chili di cocaina e 6 chili di hashish e marijuana danno la dimensione del giro d’affari, ma soprattutto della diffusione del fenomeno nel territorio delle Giudicarie.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 11:58

La candidata di “Si può fare” sostiene di essere la prima e unica donna in corsa per la carica di sindaca a Trento, ma non è così. Nel 2009 e nel 2015 Sinistra e Lega Nord presentarono due donne, mentre oggi c’è la candidata pentastellata: “Si vede che la mia avversaria non segue l’attività politica della città, nel M5s non abbiamo problemi con la parità di genere”

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

05 luglio - 12:27

L'incidente è avvenuto sul territorio di Brentonico. La donna è stato trasportata in ospedale a Rovereto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato