Contenuto sponsorizzato

Tragico schianto tra ciclista e furgone. Perde la vita il grande cantiniere ed enologo Luis von Dellemann

Aveva 83 anni e ha legato il suo nome alle cantine Alois Lageder. L'incidente avvenuto intorno alle 12 ad Egna

Pubblicato il - 07 August 2018 - 19:38

EGNA. E' morto sul colpo Luis von Dellemann, notissimo enologo e mastro cantinere di 83 anni. Una di quelle figure che hanno fatto la storia del vino in Alto Adige e che è riuscito nell'impresa di ''alzare il livello'' di prodotti straordinari e di rendere grandi cantine e tenute legando il suo nome a quella di Alois Lageder. Un cambio di direzione improvviso e poi l'investimento in bicicletta ad opera di un furgone. Il tragico incidente è avvenuto verso mezzogiorno a Egna, all'altezza della rotatoria sulla statale 12 vicina al Papa Joe's.

 

Von Dellemann, secondo le prime informazioni, stava pedalando in direzione nord e stava per svoltare per immettersi sulla pista ciclabile quando è stato centrato da un furgone che proveniva in senso opposto. Un impatto violentissimo, tanto che il parabrezza del veicolo è finito in frantumi mentre lui è stato sbalzato per diversi metri per ricadere sull'asfalto. Immediatamente sono giunti sul posto i soccorsi, la Croce bianca di Egna e il Pelikan 1, e i carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

Per l'uomo non c'è stato nulla da fare. Luis von Dellemann, come dicevamo, è stato un enologo e maestro cantiniere di fama internazionale. Ha lavorato fino a 78 anni quando ha ceduto il suo posto alla Alois Lageder all'allora 36enne Georg Meissner. E alla cantina Lageder era legato non solo professionalmente avendo sposato la figlia di Alois III (la famiglia infatti era una vera dinastia e di generazione in generazione il nome restava ma si aggiungeva un numero romano), Wendelgard  venuta a mancare 10 anni fa.

 

Originario di Andriano, proveniva da una famiglia di cantinieri: il nonno Josef era stato uno dei fondatori della prima cantina sociale dell'Alto Adige e il padre a sua volta seguì le orme del nonno. Luis studiò agraria a San Michele e fece il tirocinio alle cantine Bertagnolli di Mezzocorona. Poi la Svizzera, l'Austria, il matrimonio e le cantine di Bolzano e la Löwegang di Magré.  Nel 1990, Lageder acquista il complesso Hirschprunn, sempre a Magré, dalla Curia di Trento. Parola d'ordine: coltivare le uve in forma bio-dinamica e puntare solo sulla qualità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

16 January - 09:45

Il presidente Arno Kompatscher e l'assessore alla Salute Thomas Widmann hanno espresso nella conferenza stampa di venerdì sera la loro sorpresa per la classificazione in zona rossa della provincia di Bolzano. Secondo i dati a disposizione dell'Azienda sanitaria non ci sarebbero le condizioni per questo tipo di colorazione. Per questo, mentre si cerca il dialogo con Roma, l'Alto Adige proseguirà con le attuali misure da zona gialla. Ecco l'ordinanza

16 January - 09:15

Gli agenti si sono mimetizzati tra i clienti del supermercato che si trova in via Torre Vanga e sono poi riusciti, nel momento della consegna delle dosi e dei soldi a fermare il pusher 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato