Contenuto sponsorizzato

Trento, furti di serie ai bancomat. La Polizia ferma un 47enne

Gli investigatori, grazie alla visione delle immagini registrate dagli istituti bancari, sono riusciti a risalire all’autore dei furti ed a rintracciarlo in via San Marco a Trento

Pubblicato il - 27 febbraio 2018 - 15:04

TRENTO. Dovrà rispondere di furto aggravato e di tentato furto aggravato continuato l'uomo, macedone di 47 anni, arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Trento.

 

L’uomo, infatti, è responsabile di diversi furti tra cui quello avvenuto a Trento presso l’area self della filiale della Cassa Rurare di Trentodi via Gandhi, il primo pomeriggio dell’11 febbraio 2018; quello avvenuto presso l’area self della filiale della Crt di piazza Fiera nella serata del 16 febbraio, nonché del tentato furto avvenuto presso l’area self della sede centrale sempre della Crt di via Belenzani e quello avvenuto presso l’area self della filiale della VolksBank di piazza Lodron, entrambi avvenuti nella serata del 18 febbraio.

 

Gli investigatori, grazie alla visione delle immagini registrate dagli istituti bancari, sono riusciti a risalire all’autore dei furti ed a rintracciarlo in via San Marco a Trento, nelle prime ore del 22 febbraio.

 

A seguito della perquisizione personale allo straniero sono state rinvenute monete per un totale di 340 euro ed attrezzi atti allo scasso e di un bancomat di una giovane studentessa. Per tale motivo, anche in considerazione del fondato pericolo di fuga, e sulla base degli indizi di colpevolezza, nei confronti dell’uomo è stato eseguito il fermo di polizia giudiziaria con il conseguente accompagnamento presso la casa circondariale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco sono dovuti partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

06 luglio - 16:28

In fase Covid-19 l'uomo era stato trasferito ai domiciliari nella casa di lui e lei e questo aveva scioccato la famiglia di Eleonora che da quasi un anno chiede giustizia per la barbara uccisione della giovane donna. Negli scorsi giorni la perizia ha confermato che l'uomo è capace di intendere e volere e ora rischia l'ergastolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato