Contenuto sponsorizzato

Un altro incendio in Val di Non, questa volta una veranda in fiamme, madre e figlia in ospedale

Dopo l'incendio a Revò, questa volta è successo a Denno e l'allarme è scattato nel primo pomeriggio. Sul posto impegnati i vigili del fuoco di Denno, Campodenno, Cunevo e Mezzolombardo per le operazioni di spegnimento 

Pubblicato il - 26 February 2018 - 16:15

DENNO. Dopo l'incendio a Revò, dove mansarda e tetto di un'abitazione di tre piani sono stati avvolti dalle fiamme (Qui articolo), i vigili del fuoco volontari sono intervenuti per un altro incendio in Val di Non.

 

Questa volta è successo a Denno e l'allarme è scattato intorno alle 15. In questo momento è in corso la bonifica dell'edificio e i rilievi del caso, ma tra le cause un probabile cortocircuito all'interno della veranda.


A quel punto le scintille avrebbero innescato alcuni mobili e le fiamme sono rapidamente divampate all'esterno dell'abitazione.

 

Sul posto sono giunti i pompieri di Denno, così come i corpi di Campodenno, Cunevo e Mezzolombardo. Le operazioni di spegnimento si sono protratte per oltre un'ora e i vigili del fuoco sono riusciti a limitare i danni.

 

Tanto spavento, ma fortunatamente non si registrano feriti o intossicati, anche se madre e figlia sono stati trasportati all'ospedale di Cles per controlli e accertamenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 December - 15:17

La denuncia della referente case di riposo, Piersanti: ''La struttura ha solo 10 posti letto accreditati come posti di sollievo a minore intensità assistenziale, gli altri sono sul libero mercato. Quindi solo per i 10 va rispettato il parametro assistenziale con le regole delle Rsa pubbliche''. A Mori si sono negativizzati 6 dei 14 ospiti positivi prima di venerdì

02 December - 15:42

La Protezione civile dell'Alto Adige ha comunicato che tra venerdì 4 dicembre e lunedì 7 la provincia sarà interessata da abbondanti e diffuse precipitazioni. Per questo, visto il rischio valanghe alto, i possibili disagi al traffico e altri scenari di emergenza, è stata diramata l'allerta al grado Alfa

02 December - 13:31

L'ordine degli Infermieri ha scritto una lettera al presidente Fugatti e all'assessora Segnana chiedendo interventi concreti "Per mettere nelle condizioni giuridiche e deontologiche di poter continuare a garantire l’assistenza nel miglior interesse del cittadino e per valorizzare le competenze degli infermieri". Anche negli scorsi mesi l'Opi ha scritto alla Provincia sottolineando alcune preoccupazioni. Non è però mai arrivata una risposta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato