Contenuto sponsorizzato

Un pino cembro in fiamme in una zona impervia, notte di lavoro per i pompieri

La scorsa notte si è registrato un violento temporale nell'area e un fulmine ha colpito un pino cembro di grosse dimensioni nelle vicinanze di Malga Mare a circa 1.072 metri di altitudine. Necessario l'intervento dell'elicottero, le operazioni sono durate fino a questa mattina

Pubblicato il - 04 June 2018 - 11:58

PEJO. Notte di lavoro per una ventina di uomini dei vigili del fuoco volontari di Pejo a causa di un incendio.

 

La scorsa notte si è registrato un violento temporale nell'area e un fulmine ha colpito un pino cembro di grosse dimensioni nelle vicinanze di Malga Mare a circa 1.072 metri di altitudine.

 

Le fiamme hanno iniziato a avvolgere l'albero.

 

Il forte rumore e il bagliore non sono passati inosservati e l'allarme è scattato immediatamente.

 

I vigili del fuoco volontari di zona sono entrati subito in azione, ma il pino si trovava all'interno di una gola rocciosa e l'area è particolarmente impervia e difficilmente accessibile.

 

A quel punto i pompieri hanno attivato l'elicottero per sorvolare l'area e circoscrivere l'incendio per mettere in sicurezza la zona.

 

Dopo i primi interventi per monitorare la situazione e limitare il diffondersi del fuoco, i vigili del fuoco e l'azienda forestale sono riusciti a raggiungere l'albero alle prime luci dell'alba per terminare le operazioni di spegnimento.

 

Nella mattina di oggi l'emergenza è rientrata, mentre gli uomini dei soccorsi sono impegnati nella fase di bonifica per spegnere gli eventuali ultimi focolai.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 March - 12:30

Numeri in leggero calo in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore si registrano 230 nuovi positivi e 4 decessi. Preoccupa intanto la variante sudafricana, con l'individuazione di 15 casi nella serata di giovedì 4 marzo

04 March - 18:04

Il Consiglio provinciale ha approvato una mozione promossa da Lorenzo Ossanna (Patt) che impegna la giunta a controllare che nelle scuole trentine, durante le ore di educazione civica, si parli di autonomia sia sotto il profilo storico che sotto quello istituzionale. Ma cosa significa?

05 March - 12:51

Dai 2.626 metri del rifugio Pian dei Fiacconi sulla Marmolada, ai 1.792 del rifugio Caldenave, nel Lagorai. E’ questo ciò che aspetta Guido Trevisan, gestore per oltre 20 anni del Pian dei Fiacconi, tristemente distrutto lo scorso 14 dicembre dopo essere stato travolto da una valanga

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato