Contenuto sponsorizzato

Un rottweiler e un Pit Bull azzannano e uccidono un jack russel. Ferito anche il padrone

Stavano passeggiando tranquillamente quando sono stati attaccati da due cani. L'uomo è stato trasportato in ospedale per le cure mediche mentre il suo cane, un jack russel, è morto poco dopo 

Pubblicato il - 19 gennaio 2018 - 09:42

RIVA DEL GARDA. E' successo tutto in pochi secondi e una passeggiata tranquilla con il proprio cane si è trasformata in qualcosa di drammatico. Il fatto è accaduto mercoledì. Un uomo con il proprio cane di piccola taglia, un jack russel, si trovava in via delle Ginestre.

 

Stavano giocando assieme quando ad un certo punto, tutto ad un tratto, sono sopraggiunti due cani di grossa taglia, un Pit Bull e un rottweiler scappati dalle mani del proprio padrone. In un attimo si sono gettati contro al piccolo jack russel con morsi al collo, all'addome e alle zampe.

 

Il proprietario di quest'ultimo, vedendo la situazione, ha cercato di mettersi in mezzo per salvare la vita del proprio cane ma, purtroppo, è rimasto anche lui coinvolto con morsi alle gambe e alle mani. Quando i due cani si sono calmati, l'uomo è stato trasportato al pronto soccorso per le cure mediche mentre la jack russel in condizioni disperate è stata trasportata dal veterinario dove però è morta poco dopo.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato