Contenuto sponsorizzato

Urta una moto e scappa, una donna in ospedale. Scatta la caccia all'auto

E' successo intorno alle 11 in tangenziale all'altezza del ponte di Ravina in direzione nord verso Trento Centro. Dopo l'urto la donna è caduta sull'asfalto, ma l'auto non si è fermata per prestare i soccorsi

Pubblicato il - 30 aprile 2018 - 12:40

TRENTO. La polizia è sulle tracce di una vettura, un suv di colore bianco con dei danneggiamento sul fianco laterale e parafango sinistro. Il veicolo prima ha urtato una moto, facendo cadere una donna, ma la persona alla guida del mezzo non si è fermata.

 

E' successo intorno alle 11 in tangenziale all'altezza del ponte di Ravina in direzione nord verso Trento Centro. Dopo l'urto la donna è caduta sull'asfalto, ma l'auto non si è fermata per prestare i soccorsi.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono subito portati ambulanza e la polizia stradale per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e ascoltare le diverse testimonianze delle persone che avrebbero assistito all'incidente.

 

Tanta paura, ma fortunatamente le condizioni della motociclista non sembrano gravi, ma la donna è stata trasportata all'ospedale Santa Chiara di Trento per gli accertamenti del caso.

 

Nel frattempo, le volanti della polizia setacciano l'area, mentre gli agenti, oltre a aver ascoltato le diverse testimonianze e la descrizione della vettura, sono all'opera per ricostruire il tragitto dell'auto mediando l'utilizzo delle numerose telecamere cittadine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
20 settembre - 20:29

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.318 i guariti da inizio emergenza e 568 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, domenica 20 settembre, si specifica che 20 sono sintomatici, compreso 1 minorenne, e 8 casi sono ascrivibili ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato