Contenuto sponsorizzato

Addio a Guido Vettorazzo, alpino e uno degli ultimi sopravvissuti alla battaglia di Nikolajewka

Alpino di 97 anni. A Rovereto è stato docente e presidente dell'Apt. Lo scorso anno era stato scelto come tedoforo per accendere il braciere dell’Adunata degli alpini

Foto da internet
Pubblicato il - 12 giugno 2019 - 08:50

ROVERETO. Era stato scelto come ultimo tedoforo per accendere il braciere dell’Adunata degli alpini.

 

Ieri è morto a 98 anni Guido Vettorazzo, uno dei pochi ultimi sopravvissuti alla battaglia di Nikolajewka, un reduce della famigerata campagna di Russia.

 

Molto conosciuto nella sua Rovereto, ma non solo, è stato docente ma anche assessore e tra i vari ruoli ricoperti nel corso degli anni anche quello di presidente dell'Apt.

 

Il funerale sarà celebrato domani, giovedì 13 giugno alle 17, nella chiesa della Sacra Famiglia.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

25 settembre - 12:43

Assia Belhadj si è candidata alle ultime regionali in Veneto con una civica a sostegno di Lorenzoni. E' stata attaccata violentemente sui social da migliaia di haters che l'hanno minacciata, insultata e in suo sostegno è intervenuto anche il vescovo di Belluno. Ora, a elezioni passate, ha deciso di denunciarli: ''In quanto responsabile di una associazione che aiuta le donne maltrattate ho sempre suggerito loro di fidarsi delle Istituzioni e di rivolgersi allo Stato. Senza però mai immaginare che un giorno a chiedere aiuto sarei stata io''

25 settembre - 17:31

Mentre in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola perché è emerso un focolaio tra gli studenti in Trentino rimangono stabili i ricoveri e non ci sono persone in terapia intensiva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato