Contenuto sponsorizzato

Danneggia arredi e impianti della stazione poi distrugge una panchina. Fermato un 22enne incastrato dalle telecamere

E' successo a Pergine. Il ragazzo è ritenuto responsabile di altri danni in Valsugana. Era riuscito anche a forzare la finestra della tabaccheria  portando via qualche centinaio di euro

Pubblicato il - 23 marzo 2019 - 10:29

PERGINE. E' stato fermato dai Carabinieri l'uomo che nella notte tra giovedì e venerdì ha devastato la stazione di Pergine Valsugana. Si tratta di un 22enne, di origine marocchina, già ritenuto responsabile di altri reati nelle ultime settimane in diverse zone della Valsugana.

 

Nella tarda serata di giovedì scorso, il 22enne dopo essere riuscito a forzare una porta, era entrato nella stazione danneggiando arredi e impianti. E' passato poi lungo i binari dove ha distrutto una panchina con basamento in cemento gettandola lungo i binari ed infine, dopo aver forzato una finestra, ha rubato il fondo cassa della tabaccheria, qualche centinaio di euro il bottino.

 

Ad incastrarlo, immagini della videosorveglianza, che ne riprendevano i movimenti. Rintracciato e condotto in caserma, l’uomo non ha opposto resistenza ed ha ammesso le proprie responsabilità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 11:53

Ovunque si organizzano comitati intimoriti dall'arrivo della nuova tecnologia (anche a Dro dove sono state raccolte oltre 400 firme) e dal fatto che verranno installate nuove antenne per supportarla convinti che ciò aumenterà l'inquinamento elettromagnetico. In realtà è proprio il contrario. Ce lo spiegava l'ex direttore del nodo italiano degli Eit, Roberto Saracco, e ora lo spiega anche la principale associazione a tutela dei consumatori

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato