Contenuto sponsorizzato

Estratta dalle lamiere dopo un volo di 70 metri, i soccorsi si calano nella scarpata

La conducente di 73 anni stava percorrendo la forestale che sale in quota e che passa sopra all'abitato di Praso in direzione di malga Rolla e quella di Stablone, quando è uscita di strada. In azione elicottero e ambulanza, vigili del fuoco di zona e soccorso alpino

Pubblicato il - 07 novembre 2019 - 16:00

VALDAONE. E' stata trasportata all'ospedale Santa Chiara di Trento la donna di 73 anni che è ruzzolata in auto per diversi metri in un burrone. 

 

L'incidente è avvenuto poco dopo le 13.45 lunga la strada forestale che sale sopra a Daone per arrivare a malga Rolla e quella di Stablone.

La conducente stava percorrendo la forestale che sale in quota e che passa sopra all'abitato di Praso, quando è uscita di strada.

 

A causare l'incidente forse una distrazione, visto che su certi percorsi basta davvero poco per finire fuori strada, unita al terreno reso scivoloso dalle precipitazioni degli ultimi giorni.

Il veicolo è precipitato per una settantina di metri per finire la corsa contro un albero. Immediata l'allerta.

 

Tempestivo l'arrivo dei soccorsi tra ambulanzavigili del fuoco di Daone e carabinieri, mentre da Trento si è levato in volo l'elicottero con a bordo anche le unità del nucleo Saf-Speleo alpino fluviale dei permanenti del capoluogo.

I pompieri e le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre il Saf e il Soccorso alpino della stazione valle del Chiese si sono calati per raggiungere il luogo dove la macchina si è fermata e liberare la donna dalle lamiere.

 

Una volta portata in strada, il personale sanitario ha prestato le prime cure, quindi la donna è stata caricata sull'elicottero per il trasporto in ospedale.

Fortunatamente tanta paura e diverse botte, ma la donna non sembra in pericolo di vita, anche se è stata accompagnata in pronto soccorso per gli accertamenti e gli approfondimenti del caso.

 

Un'operazione lunga e complicata, anche per riportare il mezzo in carreggiata e poi rimuoverlo. "Ringrazio la macchina dei soccorsi per il tempestivo e veloce intervento - commenta Ketty Pellizzari, sindaco di Valdaone - i vigili del fuoco volontari sono stati, come sempre, bravi e professionali. Un'ottima collaborazione tra le interforze con carabinieri e soccorso alpino, che ha permesso di operare in piena sicurezza nel gestire l'emergenza".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 21:05

Il Partito Democrativo è la prima forza politica ma a Mosaner non basta: il sindaco uscente dovrà vedersele con la leghista Cristina Santi al ballottaggio. Mauro Malfer l’ago della bilancia

22 settembre - 19:19

Nulla da fare per Roberto Valcanover che, sostenuto dal Patt, Coesione oltre l'ordinario e Fare comunità, si è fermato al 26%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato