Contenuto sponsorizzato

False rendicontazioni per 60 mila euro, il Comitato Trepertre nel mirino di finanza e Corte dei conti

Nel mirino in particolare i bilanci tra il 2012 e il 2014. Nei guai Anita Binelli e, in solido, Margherita Cogo e Valter Vidi quali soci della realtà di Campiglio. Le accuse dopo il blitz della Guardia di finanza

Pubblicato il - 06 febbraio 2019 - 12:46

MADONNA DI CAMPIGLIO. Grossi guai per il Comitato 1550 Trepertre di Campiglio. La vicenda ha iniziato a muoversi verso la fine dell'anno scorso e alcuni accertamenti si sono svolti a dicembre scorso, quando la guardia di finanza si è presentata in contemporanea negli uffici del Comune di Pinzolo e dell'Apt Madonna di Campiglio, Pinzolo e Val Rendena. 

 

Dopo le indagini e gli accertamenti del caso, ora la Corte dei conti chiede un risarcimento da 60.484 mila euro per alcune spese considerate poco congrue per un reato di danno erariale a carico dei vertici del Comitato nei confronti di Provincia, Comune di Pinzolo e Azienda per il turismo. Nel mirino soprattutto la vice presidente, Anita Binelli, ma anche Margherita Cogo e Valter Vidi in qualità di soci e membri di questa realtà, chiamata a rispondere in solido per i contributi pubblici che sarebbero stati sperperati.

 

La Procura nei giorni scorsi ha inviato l'atto di citazione davanti alla Corte dei conti per la vice presidente e presidente pro tempore, così come agli altri membri del Comitato, mentre solo Binelli è stata già raggiunta da un decreto penale di condanna, un provvedimento che è stato impugnato.

 

L'accusa della Corte dei conti sarebbe legata all'organizzazione di eventi, convegni e dibattiti, tra il 2012 e il 2014. Queste manifestazioni collaterali alla gara di slalom speciale "3-Tre", tappa di coppa del Mondo, hanno previsto anche la partecipazione di figure quali Gianni Riotta, Andrea Vianello e Enrico Letta. I riflettori si sono accesi sulle rendicontazioni e qui le fiamme gialle avrebbero trovato diverse irregolarità e incongruenze.

 

Gli inquirenti ritengono che i rendiconti sarebbero stati falsificati e gonfiati: i finanziari avrebbero riscontrato pagamenti per circa 32 mila euro a fronte di una dichiarazione di poco oltre 51 mila euro. In particolare gli accertamenti riguarderebbero tre fatture di Italia Futuro sarebbero riferite all'edizione precedente e sarebbero state contestate anche alcune cene tra Arco, Bolbeno, Caderzone e Roma. Il tutto ricostruito dalle ricevute, emesse mesi dopo l'organizzazione dell'evento.

 

I guai però iniziano soprattutto dopo gli accertamenti sul 2014, quando si registrerebbero delle spese pazze. Nel week end tra il 21 e il 23 marzo si tiene il ciclo di appuntamenti "Idee d'alta quota, sul ruolo della donna nella società: due eventi coordinati da Maria Latella e ospiti del calibro, tra gli altri, di Corrado Formigli, Paolo Mieli, Alessandra Sardoni e Sabina Guzzanti

 

A questo si aggiunge un ulteriore incontro con Virman Cusenza, Antonella Antonelli e Dorian Fuksas per una richiesta di contributi per 212.672 euro. Le fiamme gialle inoltre hanno trovato che il Comitato avrebbe pagato parte dell'ospitalità per 40 persone dell'associazione Valore donna, che però non erano presenti tra i relatori delle serate. 

 

Nel conto finirebbero poi due cene per 40 persone in due locali di Madonna di Campiglio per circa 3.500 euro, quindi quasi 4 mila euro di transfer per arrivare nella località trentina e 1.200 euro di penale per mancati pernottamenti. Un quadro aggravato anche dal pagamento di viaggi per moglie e amici dei relatori e quasi 3 mila euro per gli spostamenti di persone che non hanno poi partecipato in modo attivo agli eventi, senza dimenticare le spese, alcune pagate in parte, per gli ospiti.

 

Le fiamme gialle avrebbero rilevato l'assenza di documentazione per circa 8 mila euro. E se la difesa del Comitato sposta la partita sulla buonafede e l'eventualità di negligenze e imprecisioni dei commercialisti in quanto le spese sono state sostenute, l'accusa invece sostiene che ci sarebbe stata un'attività di falsificazione e alterazione dei documenti, preparate personalmente da Binelli, per 60.484 euro per la quale la Procura chiede chiarimenti e soprattutto il risarcimento.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 maggio - 06:01
Sono un migliaio i pazienti guariti e successivamente monitorati dalla dottoressa Susanna Cozzio dell'Unità operativa medicina interna di [...]
Cronaca
13 maggio - 07:33
La decisione è arrivata nella serata di ieri dal Servizio strade della Pat dopo il distacco di alcuni calcinacci dal soffitto della galleria. Ora [...]
Cronaca
12 maggio - 20:36
Trovati 71 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 60 guarigioni. Sono 859 i casi attivi sul territorio provinciale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato