Contenuto sponsorizzato

Gli rubano il borsone mentre beve il caffè, il ladro fermato grazie all'aiuto dei cittadini

Ad intervenire sono stati i carabinieri di Castel Ivano che grazie alle informazioni dei residenti sono riusciti a rintracciare il ladro. I carabinieri di Borgo sono riusciti a ritrovare un cellulare rubato qualche mese fa ad un 35enne 

Pubblicato il - 31 October 2019 - 08:02

BORGO VALSUGANA. Si era fermato un attimo a bere un caffè in un bar e aveva appoggiato il borsone. E' bastato un momento perché quest'ultimo sparisse. Vittima un operaio che grazie all'impegno dei carabinieri e dei cittadini è riuscito a recuperare i suoi averi.

 

Ad intervenire sono stati i militari della stazione di Castel Ivano, con una classica e tempestiva indagine sul campo che ha portato alla denuncia di un cittadino rumeno che si era impossessato del borsone. L'uomo è stato individuato anche grazie alla pronta collaborazione dei residenti, ai quali non era sfuggito l’atteggiamento furtivo del ladro.

 

I Carabinieri sono stati tempestivamente allertati e sulle indicazioni dei testimoni sono riusciti a bloccare il responsabile.

 

Diversamente e al termine di indagini più complesse, il personale della Stazione Carabinieri di Borgo Valsugana è riuscito a recuperare e restituire ad un 35enne indiano,  il suo cellulare, che alcuni mesi prima era stato rubato all’interno di un ristorante a Borgo Valsugana, individuando e denunciando per ricettazione il responsabile del furto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
26 January - 16:00

Il tribunale monocratico della capitale ha condannato Vittorio Sgarbi al pagamento di 1000 euro e ad una provvisionale di 10mila per aver diffamato la sindaca di Roma Virginia Raggi. La prima cittadina: "Il clima di barbarie e volgarità che personaggi come lui stanno creando è inaccettabile. Non mi spaventano i criminali, figuriamoci i bulletti da salotto"

26 January - 16:19

La risposta di piazza Dante a istituire una commissione d'indagine potrebbe arrivare tra una settimana, le minoranze attendono un'informativa dalla Provincia per un aggiornamento dell'emergenza Covid-19. In questa sede la Giunta Fugatti si dovrebbe pronunciare sulla volontà di acconsentire a procedere in questo senso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato