Contenuto sponsorizzato

Guida ubriaco un trattore con semirimorchio in autostrada, nei guai un 49enne

L'intervento è avvenuto intorno alle 15.45 di mercoledì 3 luglio, quando la polizia stradale ha notato all'altezza di Mezzocorona un mezzo procedere in direzione Modena in modo incerto e senza mantenere correttamente la corsia di marcia

Pubblicato il - 05 luglio 2019 - 16:32

TRENTO. E' stato fermato in autostrada per guida in stato di ebbrezza un 49enne polacco al volante di un trattore della Volvo con un semirimorchio Sar iberica.

 

L'intervento è avvenuto intorno alle 15.45 di mercoledì 3 luglio, quando la polizia stradale ha notato all'altezza di Mezzocorona un mezzo procedere in direzione Modena in modo incerto e senza mantenere correttamente la corsia di marcia.

 

 

Alito alcolico e occhi lucidi per il 49enne, che è stato subito sottoposto al test.

 

Il risultato è stato una guida in stato di ebbrezza, l'etilometro ha mostrato valori di 1,86 e 1,88.

 

Il conducente è stato denunciato a piede libero, mentre la patente di guida è stata ritirata e inviata al commissariato di governo di Trento.

 

Il convoglio veicolare, di proprietà di una ditta polacca, è stato affidato, su richiesta dell'azienda, al soccorso stradale Adm di Lavis, mentre l'autista è stato accompagnato in un albergo della zona.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 05:01

Una famiglia si trova da martedì scorso tutta a casa in attesa dell'esito del tampone della figlia che da scuola, lunedì, era tornata con il raffreddore. E se ancora non è arrivata l'influenza e i primi raffreddori e mal di gola stanno arrivando proprio in questi giorni cosa succederà con il peggiorare della situazione? Sono sufficienti i tamponi a tenere sotto controllo la situazione?

29 settembre - 08:22

Da Parigi a Madrid l'ondata di virus non si ferma. In Germania è stato individuato un nuovo focolaio dopo una festa in famiglia fatta in un appartamento 

28 settembre - 18:59

Secondo l'Fp Cgil, dal 2013 sarebbero 102 i divulgatori (10 nell'ultimo mese) che hanno abbandonato il principale museo trentino per condizioni di lavoro inaccettabili. Orari non rispettati, contratti peggiorativi, competenze non riconosciute, alcune delle questioni al centro delle rivendicazioni di un settore in stato d'agitazione da ormai un anno

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato