Contenuto sponsorizzato

Si mette alla guida di un mezzo di trasporto eccezionale in A22 completamente ubriaco. Fermato e denunciato un 50enne

Il soggetto sin da subito ha manifestato uno stato confusionale e poi ha evidenziato un tasso alcolemico di oltre 4 volte superiore al consentito, pari a 2,36

Pubblicato il - 03 settembre 2020 - 19:53

BOLZANO. Si era messo alla guida di un mezzo di trasportato eccezionale con alcol nel sangue ben quattro volte superiore al limite. E' successo in A22 nel territorio del comune di Chiusa.

 

Gli agenti della polizia stradale di Vipiteno, nell’ambito dei consueti servizi di vigilanza stradale lungo l’autostrada A22 del Brennero, attorno a mezzogiorno e mezzo ha notato il convoglio procedere con una andatura incerta sulla carreggiata nord dell'autostrada.

 

Vista la pericolosità della situazione gli operatori hanno immediatamente fermato il mezzo e sottoposto l'autista cinquantenne al test con l’etilometro in dotazione.

 

Il soggetto che sin da subito ha manifestato uno stato confusionale. Il risultato del testa ha evidenziato un tasso alcolemico di oltre 4 volte superiore al consentito, pari a 2,36.

 

La normativa vigente prevede “tolleranza zero” per i conducenti professionali, prevedendo conseguenze penali e amministrative assai pesanti per i trasgressori.

 

Oltre alla denuncia penale è infatti prevista la revoca della patente di guida. Il veicolo, nella specifica circostanza, è stato affidato ad altra persona nel frattempo giunta sul posto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 18:52

Gli affari non girano nemmeno con le promozioni messe in campo con il "Black Friday" e tanti negozianti trentini si trovano in difficoltà. "Le persone hanno paura, non sono serene nel fare gli acquisti e questo sta avendo delle conseguenze disastrose su tutto il tessuto economico" ci dicono 

27 novembre - 19:40

Anche oggi, come quasi sempre negli ultimi giorni, si è verificato il sorpasso dei guariti rispetto ai nuovi contagiati trovati 

27 novembre - 18:46

Il presidente ha spiegato che, non domani, ma sabato 5 dicembre potrebbero tornare aperti i negozi e i centri con metratura superiore ai 240 metri quadri e sulle seconde case: ''A Natale dovrebbe essere tutta Italia zona gialla e quindi se la legge resta questa si potrà circolare tra le regioni''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato