Contenuto sponsorizzato

La neve è arrivata: 40 centimetri al Tonale, 30 a Madonna di Campiglio. Ecco la situazione strade aggiornata

Spazzaneve al lavoro e obbligo di catene a bordo o gomme invernali. Disagi per la viabilità della zona dell'Alto Garda, val di Ledro e val di Gresta

Foto tratte dalle webcam di Viaggiare in Trentino
Pubblicato il - 04 aprile 2019 - 12:49

TRENTO. Con la neve arrivano anche i disagi per chi viaggia. Al lavoro per garantire la viabilità ovunque sono i mezzi che la Provincia e i Comuni attivano in caso di precipitazioni nevose. Problemi per chi viaggia sulla strada provinciale 127 nella zona di Tremalzo.

 

Anzitutto la situazione meteo: la perturbazione iniziata ieri in serata sul Trentino dovrebbe continuare fino alle prime ore della mattinata di venerdì. In città piove e in montagna nevica: le previsioni le vogliono le nevicate nelle zone più in quota, soprattutto nella parte occidentale del Trentino, al di sopra di 1.100-1.200 metri. Nel Trentino orientale la quota neve è invece a circa 1.300-1.500 metri. 

 

La raccomandazione è la solita: viaggiare con prudenza, attenti alla segnaletica e con l'attrezzatura invernale prevista. È infatti obbligatorio avere gomme da neve o catene a bordo che, ricordano dalla Provincia, devono essere montate, in caso di neve, per affrontare le strade alle quote più alte, come previsto dalla segnaletica. In alcuni casi, in presenza di neve, è istituito il divieto di transito (indicato a valle) ai mezzi più pesanti e agli autoarticolati.

 

Questa, invece, la situazione aggiornata a mezzogiorno:

 

- Trento, Bondone e Paganella: Sta nevicando della zona del monte Bondone, a monte di Vaneze. Alle Viote fino si registra un accumulo di circa 15 centimetri di neve fresca. Nessun problema per la viabilità.

 

-Valli di Non e Sole: Sta nevicando abbondantemente in alta Val di Sole al di sopra di 1.100-1.200 metri con quota neve in abbassamento. Al momento sono caduti circa 40 centimetri di neve nella zona del passo Tonale. La nevicata interessa anche la val di Peio e di Marilleva 1.400, dove si misurano circa 20 centimetri di neve fresca.

 

È attivo il posto di presidio a Vermiglio lungo la strada statale 42 e, da questa mattina, il transito agli autotreni e agli autoarticolati è vietato sulla stessa strada sul tratto da Fucine al passo del Tonale. È richiesta l’attrezzatura invernale montata a quote superiori a 1.200 metri. Nemmeno in questo caso si registrano particolari problemi per la viabilità.

 

- Valli Giudicarie e val Rendena: Sta nevicando abbondantemente in alta val Rendena al di sopra di 1.100-1.200 metri con quota neve in abbassamento. Dalla serata di ieri sono caduti fino a circa 30 centimetri nella zona di passo Campo Carlo Magno e Madonna di Campiglio. È attivo il posto di presidio a Sant'Antonio di Mavignola lungo la statale 239. Sono in attività i mezzi per lo sgombero neve su tutto il tratto stradale interessato dalla nevicata e altri sono pronti a entrare in azione in caso di abbassamento della quota neve. Anche in questo caso è richiesta l'attrezzatura invernale montata a quote superiori a 1.100 metri.

 

- Alto Garda, val di Ledro e val di Gresta: In questo caso la nevicata ha interessato solo le strade più in quota, e cioè la strada provinciale 127 nella zona di Tremalzo sopra i 1.200 metri, dove sono caduti fino a 10-15 centimetri di neve. Alcuni problemi per la viabilità sono in corso.

 

- Bassa Valsugana e Primiero: A passo Rolle sono caduti 30 centimetri di neve, al Cereda e al Brocon 15 centimetri (la quota neve è a 1.300 metri) . Attualmente non si registrano particolari problemi alla viabilità, ma non è da escludere la chiusura in serata del passo Rolle per pericolo valanghe. Si raccomanda l’utilizzo di attrezzatura da neve.

 

Da notare la chiusura della provinciale 31 del Manghen dal chilometro 14+400 a località Piazzol a Molina di Fiemme nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (chilometro 38+520).

 

- Valli di Fiemme e Fassa: Neve tra i 20 e i 25 centimetri sui passi. La quota neve è a 1.300 metri in val di Fiemme e a 1.500 in val di Fassa. Si raccomanda l'uso di attrezzatura da neve; nessun particolare problema alla viabilità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato