Contenuto sponsorizzato

Recuperato un ex voto rubato nel 1978. Un antiquario denunciato per ricettazione

L'opera, un olio su vetro, era stata rubata nel 1978 dalla chiesa di SS.Trinità di Borgo Sacco, a Rovereto. I carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Udine, controllando sui siti di vendita online di opere d'arte, si erano insospettiti per le sue caratteristiche e l'origine chiaramente chiesastiche. Decisiva la testimonianza di una persona del luogo 

Di Davide Leveghi - 08 October 2019 - 13:47

TRENTO. Un'opera d'arte rubata torna a casa, nella chiesa della SS. Trinità di Borgo Sacco a Rovereto. I carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Udine, la cui competenza si è estesa da ormai tre anni anche alla Provincia autonoma di Trento, hanno restituito alla locale Arcidiocesi un'opera pittorica, un olio su vetro del XIX secolo, raffigurante la Madonna Ausiliatrice, rubata nel 1978 da ignoti.

 


 

La ricerca dell'opera è scattata allorquando i militari del nucleo specializzato nella prevenzione e repressione dei reati commessi in danno al patrimonio culturale, si sono resi conto durante il normale monitoraggio condotto sulle piattaforme commerciali di vendita online di opere d'arte della presenza di un annuncio di vendita di un'opera chiesastica, condizione tale da farla rientrare tra i beni tutelati dal codice dei beni culturali e del paesaggio.

 

Gli accertamenti, grazie anche alla collaborazione dell'Arcidiocesi, hanno permesso di accertare il valore dell'ex voto contestualizzandone la provenienza e di ricostruire la vicenda giudiziaria. Se da una parte l'olio su vetro era stato donato nei primi anni del XX secolo da una famiglia originaria del Fieracolo (Primiero) alla Chiesa di Borgo Sacco di Rovereto, dall'altra fu oggetto di furto mai denunciato ad opera di ignoti, elemento che ha complicato non poco la ricostruzione della vicenda, e risolta soltanto grazie alle indicazioni offerte da una persona del luogo che ricordava la presenza del dipinto.

 

L'opera è stata immediatamente ritirata dal mercato – oltre che restituita alla comunità dei fedeli trentina nella persona del vicario generale don Marco Saiani - e l'antiquario denunciato per ricettazione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 settembre - 20:13
Trovati 26 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 19 guarigioni. Sono 20 i pazienti in ospedale, di cui 1 ricoverato in [...]
Economia
16 settembre - 20:55
Dopo le parole del rettore Flavio Deflorian ora è stata  spedita al presidente della Provincia di Trento una lettera aperta in cui si [...]
Cronaca
16 settembre - 20:26
I dati pubblicati da Fondazione Gimbe confermano l'efficacia dei vaccini nel ridurre decessi (96,3%), ricoveri ordinari (93,4%) e in terapia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato