Contenuto sponsorizzato

''Sciare col cuore'': per la prima volta sulla neve trentina la squadra argentina (con le sorelle Birkner) e un team di donatori effettivi Admo

L'evento di beneficenza organizzato da Dody Nicolussi per Admo domenica sulla Pista 5 Laghi - Fis 3/Tre. Tra i vip sugli sci Jacopo Broseghini (The Bastard sons of Dioniso). Premi per Elena Fanchini e Chiara Costazza

Pubblicato il - 02 aprile 2019 - 16:00

TRENTO. I muscoli (cuore compreso) sono caldi, tutto è pronto per la dodicesima edizione di Sciare col cuore, l'evento sciistico benefico ideato dall'ex azzurra Dody Nicolussi. L'appuntamento è sulle nevi di Madonna di Campiglio per domenica 7 aprile (aperte le iscrizioni); il ricavato dell'evento sarà devoluto ad Admo Trentino, la sede provinciale dell'Associazione donatori midollo osseo. Diverse le sorprese in serbo per la giornata di festa, su tutte la presenza della squadra argentina di sci e, per la prima volta, quella della squadra di donatori effettivi.

 

Teatro dell'evento che coniuga sport e solidarietà sarà la Pista 5 Laghi-Fis 3/Tre, mentre il villaggio di Sciare col Cuore sarà allestito al rifugio Patascoss, dove si terrà anche il pranzo dopo la gara, seguito dalla premiazione. La giornata inizierà al mattino (dalle 7 la consegna dei pettorali al rifugio): la partenza della gara è fissata per le 9.30.

 

La competizione di slalom gigante a squadre vedrà dei capitani d'eccezione: Nicol Delago, Giuliano Razzoli, Chiara Costazza, Nadia ed Elena Fanchini, Laura Pirovano, Giulio Bosca, Verena Stuffer, Hanna Schnarf, Paolo Pangrazzi. In particolare l'azzurra Costazza festeggerà a Sciare col cuore l'addio alla carriera agonistica e riceverà, in quest'occasione, un premio alla carriera. A Elena Fanchini sarà invece consegnato il premio speciale "Mai mollare".

 

Sulle nevi trentine scenderà inoltre per la prima volta una squadra di donatori effettivi di midollo osseo. A cui si affiancheranno anche quella argentina con le sorelle Birkner e quella della Nast, la Nazionale artisti ski team. Tra i vip in gara Jacopo Broseghini, basso dei The Bastard sons of Dioniso e testimonial Admo che è effettivamente riuscito a donare il midollo.

 

"Metterò gli sci: devo vincere - afferma il musicista - e portare la mia testimonianza di donatore. Voglio far capire che, al di là delle super paure che anche io avevo, donare il midollo osseo è un'esperienza veramente semplice. Admo mi ha regalato la possibilità di donarmi nel momento in cui qualcuno aveva bisogno, di poter dire di aver portato a termine qualcosa di importante nella vita. E non bisogna dire che donare il midollo è un gesto eroico, un pensiero che ci blocca, ma una cosa normale".

Circa 300 sono i ragazzi intervenuti alla manifestazione lo scorso anno. "Ringrazio Dody Nicolussi - dichiara la presidente di Admo Trentino Ivana Lorenzini - noi collaboriamo ormai da anni e insieme abbiamo cercato di coinvolgere gli atleti azzurri, che dopo questo evento hanno deciso di farsi tipizzare diventando testimonial concreti e attivi per Admo. Grazie a tutti i partecipanti e in particolare a tutti i ragazzi degli sci club che saranno presenti e che ci aiutano in questa raccolta fondi. Con l'aiuto di tutti possiamo salvare delle vite". Grazie alla raccolta fondi, Admo riesce a supportare le tipizzazioni, un passaggio importante per far confluire nella banca dati la maggior quantità possibile di volontari. "L'anno scorso siamo riusciti a donare 45.000 euro all'Azienda sanitaria e 12.000 euro a Verona, dove si fanno i trapianti" ricorda Monica Fantini (Admo).

 

Dopo la gara di domenica si terrà l'estrazione della lotteria benefica offerta da Pool Sci Italia, con 60 premi: "Il ricavato sarà interamente devoluto ad Admo - ricorda Nicolussi - Siamo già alla dodicesima edizione di Sciare col cuore e tutti insieme ci mettiamo tanto entusiasmo. Come al solito devo ringraziare gli amici azzurri, che sono sempre disponibili a partecipare a Sciare col cuore sin dalla prima edizione. Grazie inoltre ai presidenti, agli allenatori e agli atleti degli sci club che saranno presenti per questo evento di sport e solidarietà a favore di Admo". Il pensiero di ringraziamento va ai numerosi volontari, agli sponsor (Ferrari, Casse rurali, Felicetti, Melinda, Kinder, Menz&Gasser), alle realtà ospitanti (l'Apt di Madonna di Campiglio, Funivie Campiglio e Sporting club Madonna di Campiglio) e ai patrocinatori, Fisi Trentino, Coni Trentino, Trentino, Anaoai Associazione azzurri olimpici d'Italia sezione di Trento.

 

"Informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere le leucemie, i linfomi, il mieloma e altre neoplasie del sangue attraverso la donazione di midollo osseo" è l'obiettivo con cui opera, a livello nazionale e locale, Admo. La donazione e il trapianto di midollo osseo avviene secondo la compatibilità genetica. Un fattore questo molto raro, che ha maggiori probabilità di esistere tra consanguinei. Un'alternativa per coloro che non hanno un donatore consanguineo la speranza di trovare un midollo compatibile è legata all'esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati. In Italia si stima che siano necessari circa mille nuovi donatori effettivi all'anno. Una stima destinata ad aumentare, se si considerano le nuove frontiere della ricerca sui tumori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato