Contenuto sponsorizzato

Scontro mortale sulla SS47, la vittima è Franco Lazzaro

L'uomo, originario della provincia di Venezia, è rimasto vittima di uno scontro con un'auto poco dopo le 16 di ieri pomeriggio all'altezza di Barco in zona Levico 

Pubblicato il - 17 marzo 2019 - 08:53

TRENTO. E' Franco Lazzaro, 58 anni, residente a Olmo di Martellago in provincia di Venezia l'uomo che è morto ieri pomeriggio sulla SS47 all'altezza di Barco.

 

La corsa contro il tempo da parte dei sanitari e i tentativi di rianimazione non sono riusciti a strappare il centauro dalla morte a seguito del violento scontro che ha visto coinvolta un'auto.

 

Secondo una prima ricostruzione, ma le conferme si avranno al termine delle indagini portate avanti dagli agenti della polizia locale, l'uomo stava percorrendo la strada statale 47 quando, ad un certo punto si è travato davanti un'auto che stava attraversando la statale per proseguire poi su una strada secondaria che però non ha calcolato bene i tempi o non si è accorta dell'arrivo della moto.

 

L'impatto è stato fortissimo e l'uomo è caduto violentemente a terra. Sul posto si è portato immediatamente il personale medico che ha cercato di rianimare Lazzaro. Le gravi ferite che ha riportato sono state però fatali.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 marzo - 21:05

Gli assessori dopo aver organizzato l'evento aperto al pubblico per parlare di educazione di genere hanno blindato l'ingresso a studenti, professori, cittadini con agenti in tenuta antisommossa. Sono volate le botte e alla fine Biesesti ha riacceso gli animi decidendo di uscire dall'ingresso principale dove c'erano i manifestanti

22 marzo - 05:01

Dal ritorno di Carlo Pedergnana al sindaco di Castello Molina di Fiemme. Vengono spesso derubricate a goliardate, scherzi, errori di gioventù. Ma siamo sicuri che su certe cose sia davvero il caso di ridere? Stiamo parlando di saluti romani, bacetti al busto del Duce, tatuaggi con svastiche e fasci littori esposti con orgoglio in casa

22 marzo - 12:41

E' successo ieri pomeriggio a Trento. Due uomini stavano litigando violentemente quando è arrivata una volante della polizia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato