Contenuto sponsorizzato

Si sente male mentre gioca con gli amici, 26enne in gravi condizioni al Santa Chiara

Il giovane si è sentito male ieri pomeriggio. Stava giocando con gli amici quando ad un certo punto si è accasciato a terra ed è stato colpito da un arresto cardiaco 

Pubblicato il - 27 maggio 2019 - 09:20

CLES. Si trova in gravi condizioni all'ospedale Santa Chiara il giovane di 26 anni che ieri pomeriggio, mentre stava giocando con degli amici in uno dei campi che si trovano vicino le scuole Inama di Cles,  è stato colpito da un malore e si è accasciato a terra perdendo i sensi.

 

Il giovane, studente universitario, si è sentito male attorno alle 18. Immediatamente è stato lanciato l'allarme e sul posto si sono portati immediatamente un'ambulanza e da Trento si è alzato in volo anche l'elisoccorso con i sanitari e il medico rianimatore.

 

Il ragazzo, in arresto cardiaco, è riuscito a riprendersi grazie al rapido intervento dei sanitari che dopo averlo stabilizzato sul posto lo hanno trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Santa Chiara.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.03 del 10 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 17:45

Le fermentazioni regolari, hanno dato origine a vini puliti, con intensi profumi fruttati, strutturati, con ottime acidità fisse e bassi tenori di acidità volatile. Si evidenziano punte di eccellenza nei vini rossi medio-tardivi (Teroldego). La cimice asiatica ha colonizzato tutti gli areali della provincia ma sulle viti non si segnalano particolari danni (usate per l'ovodeposizione)

10 dicembre - 20:01

Sui segretari comunali è scontro Lega-Pd: se da un lato Fugatti parla di una norma “che permetterà alle amministrazioni locali di lavorare”, i Dem accusano: “Ancora una volta si dimostra il più totale disprezzo verso le Istituzioni trentine”

10 dicembre - 16:44

Ponti, viadotti e cavalcavia in Trentino sono costantemente monitorati. La PAT si è dotata già dal 2002 di un sistema informatizzato denominato BMS "Bridge Management System"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato