Contenuto sponsorizzato

Una grossa valanga precipita con 5 mesi d'anticipo. ''Temperature ampiamente sopra lo zero ben oltre i 1.000 metri''

Siamo nel bellunese poco prima di Alleghe, all'altezza della cascata Ru Col Alt, e le immagini sono diventate virali: ''Il distacco di megavalanghe di fondo solitamente avviene in primavera''

Pubblicato il - 25 November 2019 - 20:11

ALLEGHE. Prima le nevicate ora le temperature in rapido rialzo a ricordare a tutti che quanto successo negli scorsi giorni (anche oltre un metro di neve in certe zone delle nostre montagne) non è stato un fenomeno ''normale'', tipicamente novembrino. E se in molte parti del Trentino e dell'Alto Adige si sono già verificate valanghe anche molto impattanti e di grandi dimensioni (si ricorderà per esempio quella che ha travolto il comune di Martello in provincia di Bolzano o quelle sul Bondone, sul Passo Fedaia e sul Passo del Tonale in Provincia di Trento).

 

Qui siamo nel bellunese poco prima di Alleghe, all'altezza della cascata Ru Col Alt, e le immagini sono diventate virali, scattate da Claudio Pra (grande amante della montagna e figura conosciuta nella zona oltre ad essere consigliere dell’Associazione Astrofili Agordini “Cieli Dolomitici” di cui è membro fondatore, e divulgatore presso il Planetario di S. Tomaso) assieme a un post caricato sulla mitica pagina Facebook ''Dolomitici!''. Da un lato l'immagine dei 5,5 gradi di temperatura segnati sul termometro della sua macchina alle 20.09 e dall'altro le immagini di una valanga caduta sul sentiero con 5 mesi di anticipo rispetto al ''normale''. 

 

''Novembre - scrive - mese di passaggio dall'autunno all'inverno quasi mai apprezzato, men che meno quest'anno dove il grigio e la pioggia sono assoluti protagonisti. Così come le temperature anomale (al mattino abbondantemente e costantemente sopra lo zero al di sopra dei 1000 metri di quota) la presenza di zanzare e il distacco di megavalanghe di fondo che solitamente avviene in primavera. Nel cambiamento climatico ci siamo dentro fino al collo, non resta che limitare i danni (sempre se ne abbiamo la volontà) facendolo però presto, con azioni concrete. Ne va della sopravvivenza della nostra specie, non della natura, lei si salva da sola tranquillamente. Altro che "Gretini"''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato