Contenuto sponsorizzato

Accoltellamento a Trento, un uomo finisce a terra sanguinante

Dalle prime ricostruzioni a colpire la vittima sarebbe stato un altro uomo che stava litigando con lui mentre una terza persona sarebbe intervenuta poi per sedare gli animi 

Di Luca Andreazza - 16 dicembre 2020 - 16:44

TRENTO. A terra sanguinante, colpito con una coltellata in pieno giorno. Paura e sgomento questo pomeriggio in centro a Trento tra Piazza Santa Maria Maggiore e via Santa Margherita, la laterale che da via Rosmini arriva su via Tommaso Gar. Un uomo è stato trovato a terra, appoggiato a uno dei palazzi all'imbocco della via, in una pozza di sangue

 

Dalle prime ricostruzioni due persone avrebbero cominciato a litigare all'altezza di via Prepositura, vicino alla fermata dell'autobus, quando all'improvviso, tra urla e schiamazzi, è spuntato un coltello e uno dei due è stato pugnalato. L'uomo, barcollando, è arrivato all'altezza di via Santa Margherita e si è prima appoggiato al muro di un palazzo per, poi accasciarsi a terra, con la maglia intrisa di sangue. 

 

Subito un terzo uomo è intervenuto per disarmare l'accoltellatore che si è dato alla fuga mentre i passanti, resisi conto della situazione, hanno subito chiamato il 112. Sul posto si sono portate immediatamente le forze dell'ordine e i soccorritori.

 

 

Polizia e carabinieri hanno messo in sicurezza la zona, bloccando il traffico all'imbocco della via e permettendo, così, ai sanitari, giunti sul posto con un'ambulanza e un'auto sanitaria, di prestare le prime cure e poi di caricare il ferito e trasportarlo al Santa Chiara in codice rosso.

 

Intanto le forze dell'ordine hanno interrogato i testimoni che hanno assistito alla scena per cercare di ricostruire la dinamica dell'accaduto mentre la via è rimasta chiusa al traffico per fare i rilievi.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato