Contenuto sponsorizzato

Allarme esche, pezzi di pane e carne con dentro pastiglie per avvelenare i cani

Il ritrovamento ad Arco in via San Sisto. Il Comune dopo aver  provvedendo a rimuovere ogni tipo di sostanza sospetta ha chiesto alla popolazione di fare molta attenzione 

Pubblicato il - 11 April 2020 - 08:08

ARCO. L'inciviltà non viene fermata nemmeno dal coronavirus. E' il caso di quello che è successo ad Arco dove è stato dato l'allarme per delle esche avvelenate. Sarebbero state ritrovate in un prato in via San Sisto dove gli abitanti portano i propri cani.

 

La segnalazione arriva dal sindaco che ha immediatamente avvisato i cittadini con una nota. Le presunte esche avvelenate sono state sottoposte a degli esami in laboratorio che sono in corso. Sarebbero stati trovati dei pezzi di pane e carne con dentro delle pastiglie. 

 

Benché si sia effettuata un’apposita ispezione dei luoghi, provvedendo a rimuovere ogni tipo di sostanza sospetta, da parte dell'Amministrazione comunale è arrivato l'invito alla popolazione a prestare particolare attenzione nella frequentazione delle aree presenti sul territorio.

 

Si è inoltre ricordato che gli spostamenti sono soggetti alle misure di contenimento del contagio da covid-19 indicate nei rispettivi Dpcm e nelle ordinanze provinciali.


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 10:21

Il gelicidio sarebbe all'origine dell'incidente avvenuto attorno alle 6.35 all'imbocco della galleria dei Crozi, lungo la statale 47 della Valsugana. Sono 11 i mezzi coinvolti, tra cui un camion e un furgone, toccatisi dopo essere scivolati sul manto ghiacciato. 3 le persone ferite portate all'ospedale per accertamenti

21 gennaio - 10:48

La sera della sparizione, Benno Neumair si è recato ad Ora da un'amica dove ha trascorso la notte. Le videocamere hanno visto la sua macchina alle 21 a Bolzano e alle 22 nei pressi della galleria che porta a Laives. Per i carabinieri un tempo troppo lungo per percorrere una manciata di chilometri, il che lascia pensare ad una deviazione 

21 gennaio - 09:05

Il maxitamponamento avvenuto attorno alle 6.30 della mattina di giovedì 21 gennaio ha provocato non pochi disagi. Molti, almeno 10, i veicoli coinvolti all'imbocco della galleria dei Crozi. Viabilità completamente bloccata in direzione Trento, con code anche nelle strade alternative, verso Cognola da Civezzano e verso Valsorda da Bosentino

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato