Contenuto sponsorizzato

Aveva imbrattato una banca con scritte minacciose. Riconosciuto dalla videosorveglianza, denunciato un 52enne

Settimana scorsa erano comparse sulla sede centrale della Raiffeisen di Bolzano delle scritte ingiuriose e minacciose, su cui i carabinieri avevano immediatamente avviato delle indagini. Grazie alle telecamere di sicurezza, è stato riconosciuto un 52enne già noto alle forze dell'ordine e senza apparente motivo di compiere un gesto del genere. Denunciato per deturpamento di cose altrui

Pubblicato il - 19 May 2020 - 12:44

BOLZANO. È stato identificato e denunciato dai carabinieri del capoluogo altoatesino l'uomo responsabile di aver imbrattato con delle scritte ingiuriose e minacciose la sede centrale della banca Raiffeisen di via Laurin. Il rinvenimento delle scritte, vergate con una bomboletta spray nel corso della notte, era avvenuto settimana scorsa e aveva richiesto l'intervento dei carabinieri per le indagini del caso.

 


 

Scattate le foto e acquisite le registrazioni della videosorveglianza, i militari sono riusciti ad estrapolare le immagini dell'atto, isolando con un fermo immagine il volto del responsabile e condividendole tra tutte le stazioni provinciali. I messaggi riportati nelle scritte, infatti, facevano pensare ad un debitore della banca o a qualcuno che aveva perso la casa o il lavoro.

 

È stato nello stesso comando bolzanino dell'Arma, però, che si è risaliti all'autore del gesto, grazie al riconoscimento da parte di un militare di un soggetto 52enne già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, un lavoratore autonomo, pur portando la mascherina, è stato così facilmente “smascherato” e per questo deferito a piede libero alla procura della repubblica di Bolzano per il reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui, reato che prevede la pena della reclusione da uno a sei mesi o una multa dai 300 ai 1000 euro – oltre, nondimeno, al ripristino dei luoghi a spese del “graffitaro” del caso.

 

Sulle ragioni che hanno spinto l'uomo a compiere il gesto non c'è ancora chiarezza. Egli infatti non è né cliente della banca né ha in corso alcuna vicissitudine negativa con istituti di credito.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 19:36
Trovati 13 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 38 guarigioni. Sono 1.342 i casi attivi sul territorio provinciale
Ambiente
19 aprile - 18:35
L'incontro tra il plantigrado e l'escursionista, documentato da un video pubblicato da quest'ultimo su Facebook, è avvenuto ieri fra i boschi [...]
Cronaca
19 aprile - 19:27
Le ricerche erano cominciate già ieri ma si erano concluse senza esito. Questa mattina il corpo dell'animale è stato trovato purtroppo senza vita
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato