Contenuto sponsorizzato

Bloccato mentre litiga furiosamente con la moglie, cerca di strappare la pistola dalla fondina di un carabiniere. Arrestato

Un uomo è stato arrestato con l'accusa di minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e di furto aggravato dopo aver tentato di strappare a un carabiniere intervenuto per sedare una lite con l'ex compagna la pistola d'ordinanza. Identificato come un pregiudicato, è stato accompagnato al carcere di Bolzano

Pubblicato il - 26 March 2020 - 17:42

BOLZANO. I carabinieri della sezione radiomobile di Bolzano hanno arrestato un uomo per resistenza e tentato furto aggravato a seguito di un intervento avvenuto nella serata di mercoledì 25 marzo. Attorno alle 20 giungeva alla centrale del numero unico di pronto intervento una telefonata non molto chiara in cui un uomo richiedeva l'intervento di una pattuglia presso un'abitazione di via Maso della Pieve a Bolzano, affermando che ci fosse in ballo un debito non saldato.

 

Giunti sul posto i militari scoprivano come fosse in corso una lite tra ex fidanzati in cui l'uomo pretendeva la restituzione di un credito di 150 euro. Il soggetto appariva però visibilmente alterato, e di fronte alle ingiurie e alle minacce nei confronti della donna, molto spaventata, i carabinieri cercavano a quel punto di allontanarlo dall'abitazione.

 

Dopo qualche minuto di urla e minacce, all'ennesimo invito dei militari di uscire, l'uomo, dando impressione di essersi deciso a desistere, s'avvicinava all'uscio parendo disposto a sottoporsi alle verifiche sull'identità da parte delle forze dell'ordine. Mentre usciva, sempre inveendo contro l'ex compagna, repentinamente si buttava contro uno dei due carabinieri riuscendo ad afferrare il calcio della pistola.

 

L'arma, sorretta e bloccata dalla fondina, fortunatamente non poteva però essere estratta se non con la forza. Tra grida e insulti a tutti i presenti, il soggetto veniva così bloccato dai due militari, grazie al pronto intervento del collega, che atterrava l'uomo e lo ammanettava. Caricato in auto, pertanto, veniva portato in caserma, dove veniva sottoposto all'identificazione risultando una “vecchia conoscenza” delle forze dell'ordine, da poco uscita dal carcere.

 

A quel punto veniva dichiarato in stato d'arresto per le ipotesi di reato di resistenza e minaccia a un pubblico ufficiale e per tentato furto aggravato. Accompagnato al carcere di Bolzano, rimane a disposizione dell'autorità giudiziaria del capoluogo altoatesino.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 aprile - 12:21
Nel corso dell'emergenza Covid le persone hanno dovuto rispettare il periodo di isolamento a causa del contagio o del contatto di una persona [...]
Cronaca
12 aprile - 12:11
Ennesimo brutto risveglio per il Centro sociale dei Solteri. La struttura che ospita diverse realtà associative, tra cui il Gruppo sportivo e gli [...]
Società
11 aprile - 21:22
Il segretario del Trentino Alto Adige dell'associazione nazionale medici d'azienda e competenti, Azelio De Santa, spiega perché il vaccino [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato