Contenuto sponsorizzato

Calzedonia, anche lo stabilimento di Avio produrrà mascherine riconvertendo la sua produzione per sostenere le esigenze nazionali

La decisione è stata presa dal presidente del gruppo Sandro Veronesi che ha voluto adeguare la produzione di alcuni dei suoi stabilimenti per il confezionamento di mascherine, contando di produrre 10mila pezzi al giorno

Pubblicato il - 24 marzo 2020 - 18:12

AVIO. Le prime 5000 mascherine targate Calzedonia sono già state donate al comune di Verona. Infatti, su decisione del presidente Sandro Veronesi parte degli stabilimenti del gruppo tessile hanno riconvertito la produzione per adeguarsi alle esigenze nazionali, ovvero per il confezionamento delle mascherine e camici.

 

Tra gli stabilimenti che saranno riconvertiti c’è anche quello di Avio. Veronesi era stato tra i primi a chiudere i propri punti vendita, fin dall’inizio dell’emergenza si era preferito tutelare dipendenti e clienti.  

 

Le linee produttive riconvertite alla produzione di mascherine e camici ci sono, come anticipato quello di Avio, ma anche Gissi in provincia di Chieti e quelli situati in Croazia. Per arrivare a questo risultato il gruppo tessile ha acquistato anche dei nuovi macchinari per adeguare le produzioni, mentre le cucitrici sono state sistemate per la nuova produzione di camici e mascherine.

 

In questa prima fase Calzedonia conta di riuscire a produrre circa 10mila mascherine al giorno, mentre già nelle prossime settimane i numeri dovrebbero aumentare.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 agosto - 05:01

Un servizio che prima dell'arrivo di Covid-19 ha coinvolto oltre 1.200 piccoli, mentre nel corso questa estate atipica per la pandemia il numero di iscritti si è abbassato a circa 600 bimbi. L'assessora Chiara Maule: "Non riusciremo a garantire il servizio a tutti i potenziali interessati, ma lavoriamo per allargare il più possibile la platea di beneficiari. A giorni arriverà una comunicazione a riguardo"

15 agosto - 08:38

I genitori del ragazzino hanno lanciato l'allarme intorno alle 17.20. Subito il soccorso alpino si è mobilitato per andare a cercarlo con squadre di terra lungo i sentieri

14 agosto - 17:44

Nell'elaborazione dei dati fatta dall'Azienda sanitaria, le donne sono state "più diligenti" degli uomini nel prendere parte ai test Covid. Diversa, invece, la situazione per quanto riguarda le lavoratrici e i lavoratori agricoli. Su 1.168 tamponi, sei hanno dato esito positivo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato