Contenuto sponsorizzato

Case vacanze, occhio alle truffe. La polizia postale del Trentino: ''Cautela''. Ecco le regole da seguire

L'invito prima di tutto è la massima cautela nei confronti di offerte palesemente troppo convenienti o, comunque, non adeguatamente verificate, qualora ci si accorga di essere vittime di raggiri, è molto importante procedere con una tempestiva denuncia dell’accaduto

Pubblicato il - 30 giugno 2020 - 10:39

TRENTO. Odiose truffe via web che rischiano di rovinare la tanto attesa vacanza. Dopo il difficile periodo di lockdown la voglia di un momento di relax si fa sentire, allo stesso tempo è forte il bisogno di organizzare un’estate sicura, in primis dal punto di vista della salute. Ecco allora che la casa vacanza, indipendente e facilmente raggiungibile con mezzi propri, diventa un’alternativa valida per molti.

 

Questa tendenza riaccende l’attenzione sull’importanza di agire in sicurezza sul web, fin dal momento della ricerca e prenotazione, per garantirsi un’estate serena e sicura da tutti i punti di vista. Tematica cara a Polizia Postale e delle Comunicazioni, UNC -Unione Nazionale Consumatori- e Subito, che hanno rinnovato anche quest’anno la collaborazione e l’impegno verso i cittadini, offrendo un supporto concreto per scegliere la propria casa vacanza in sicurezza con poche e semplici regole da applicare in fase di ricerca e prenotazione dell’alloggio prescelto.

 

A invitare alla “cautela nelle scelte” è il dirigente del compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Trentino Alto Adige di Trento, il vice questore della Polizia di Stato Alberto Di Cuffa che invita a diffidare di offerte particolarmente vantaggiose. “Diverse sono le segnalazioni che spesso riceviamo – spiega - da persone che intendono visitare la nostra regione con le quali ci informano di tentativi di “phishing” o altri simili espedienti attuati mediante l’utilizzo della rete e dei social networks. Al riguardo, nel raccomandare sempre la massima cautela nei confronti di offerte palesemente troppo convenienti o, comunque, non adeguatamente verificate, qualora ci si accorga di essere vittime di raggiri, è molto importante procedere con una tempestiva denuncia dell’accaduto”.

 

Ed ecco la guida di 8 regole per programmare e vivere una vacanza in sicurezza realizzata da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito:

 

1. IMMAGINI REALISTICHE, COMPLETE E NON TROPPO PATINATE per verificare la coerenza e veridicità tra immagini e case, utilizzare un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllare che non si tratti di foto da repertorio ma di scatti di una casa reale;

 

2. DESCRIZIONE COMPLETA E DETTAGLIATA DELL’IMMOBILE per capire se l’immobile e la zona (distanza dal mare, posizione centrale…) corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio, cercare la strada indicata sulle mappe disponibili nel web e, una volta trovato il luogo esatto, visualizzarlo tramite satellite;

 

3. CONTATTARE L’INSERZIONISTA VIA CHAT Per conferme ulteriori, prendere contatto con l'inserzionista tramite la chat della piattaforma, chiedere informazioni e foto aggiuntive sull'immobile e approfondire con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso;

 

4. PREZZO DELL’IMMOBILE ADEGUATO per capire se un prezzo è alto, basso o adeguato è opportuno fare una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio, utilizzando anche un motore di ricerca e controllando se il prezzo non è troppo basso e quindi effettivamente in linea con la località e la struttura della casa;

 

5. INCONTRO CON L’INSERZIONISTA per verificare che tutto sia regolare, incontrare ove possibile l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona;

 

6. RICHIESTA E VALORE CAPARRA la richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale;

 

7. DOCUMENTI DI IDENTITÀ non inviare documenti personali: carta d'identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti;

 

8. PAGAMENTI effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato, l'IBAN bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come IBAN calculator;

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 luglio - 06:01
Un video diventato virale racconta il calvario di una famiglia trentina costretta, per seguire le speciali terapie del piccolo Diego, a trasferirsi [...]
Cronaca
25 luglio - 20:11
Trovati 27 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 15 guarigioni. Ci sono 5 pazienti in ospedale, nessuno in terapia [...]
Cronaca
25 luglio - 19:34
La tragedia in val di Sole. Purtroppo un giovane è morto per un malore, nonostante le tempestive manovre dell'istruttore e l'uso del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato