Contenuto sponsorizzato

Causano l'incidente e poi scappano: tanti i casi di fuga e omissione di soccorso durante il 2019

Durante lo scorso anno sono stati 52 gli incidenti stradali nei quali una delle parti coinvolte si è allontanata o non ha prestato soccorso ad eventuali feriti. Nel 73% dei casi, gli irresponsabili conducenti sono stati subito individuati

Pubblicato il - 14 febbraio 2020 - 10:33

TRENTO. E' sempre più frequente per i coinvolti negli incidenti stradali, defilarsela pensando di passare inosservati, molto spesso a costo anche di omettere soccorso ad un eventuale ferito, per giunta vero e proprio reato, che può comportare una pena di reclusione dai sei mesi fino ai cinque anni, oltre all'immediata sospensione della patente. Sono stati 52, nel corso dell’anno 2019 e in questo inizio 2020, gli incidenti stradali rilevati da agenti del Corpo di Polizia Locale di Trento Monte Bondone, nei quali una delle parti coinvolte si è allontanata senza fermarsi sul posto e fornire i propri dati o prestare soccorso alle persone ferite.

 

Di questi, in 38 occasioni (73% dei casi) i veicoli e i conducenti allontanatisi sono stati individuati dagli agenti del Nucleo Infortunistica con specifici accertamenti quali individuazione di testimoni, verifiche sui luoghi e su i veicoli coinvolti, ricerca e visione di filmati ripresi da videocamere pubbliche o private.

 

In alcuni casi si è trattato del mero danneggiamento di veicoli in sosta, il cui proprietario, lo ha trovato danneggiato, senza alcuna indicazione lasciata dal responsabile, o di scontri di lieve entità, dopo i quali uno dei conducenti coinvolti si è allontanato senza fermarsi. In 11 occasioni però si sono verificati episodi ben più gravi, con i responsabili, sette dei quali sono stati individuati, che si sono dati alla fuga senza prestare soccorso alle persone ferite nell’incidente.

 

Nei casi in cui una delle persone coinvolte nell’incidente avesse riportato lesioni fisiche di qualsiasi entità, i conducenti che si sono allontanati sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per il reato previsto dall’art. 189 del Codice della Strada. Alle sanzioni penali si è aggiunta la sospensione della patente di guida da un minimo di un anno ad un massimo di cinque.

 

Lo scorso anno la Polizia Locale ha effettuato i rilievi di 836 incidenti stradali, di cui 339 con feriti, uno con persona deceduta e 496 con soli danni materiali. Le persone ferite sono state complessivamente 433, quelle coinvolte senza danni fisici 1637. Le violazioni di norme di Legge accertate sono state 741 con ai primi posti la velocità inadeguata (quasi un quarto del totale), l’omessa cautela nell’esecuzione di manovre e la violazione degli obblighi di precedenza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato