Contenuto sponsorizzato

Cede il moschettone e la corda si sfila, Mauro Magagna precipita per una ventina di metri e muore

Il drammatico incidente è avvenuto questa mattina in Lessinia, il 55enne è precipitato per svariati metri mentre stava scendendo lungo la falesia sulla parte nord a Cereda di Sant'Anna d'Alfaedo

Pubblicato il - 08 febbraio 2020 - 16:28

SANT'ANNA D'ALFAEDO. La corda sarebbe uscita dal moschettone per un cedimento e lo scalatore è precipitato per una ventina di metri.

 

Queste le cause, secondo le prime ricostruzioni, della morte di Mauro Magagna, caduto dalla parete di roccia a Ceredo a Sant'Anna d'Alfaedo.

 

Il drammatico incidente è avvenuto questa mattina in Lessinia, il 55enne è precipitato per svariati metri mentre stava scendendo lungo la falesia sulla parte nord.

 

La vittima, un fotografo di Colognola ai Colli, molto noto in zona e nell'ambiente sportivo, ha perso la vita a causa della corda che si è sganciata dal moschettone che avrebbe improvvisamente ceduto.

 

Un volo di una ventina di metri che si è rivelato, purtroppo, fatale. Immediato l'allarme sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanzaelicottero di Verona Emergenza e carabinieri.

 

Le forze dell'ordine avevano messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario aveva provato ha prestare le cure a Magagna. 

 

Nonostante le manovre per il climber purtroppo non c'è stato nulla da fare, il 55enne è morto. La ricostruzione dell'esatta dinamica dell'evento e le cause sono al vaglio dei carabinieri. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

23 ottobre - 09:27

Il premier Conte si è dato una settimana o dieci giorni di tempo per decidere. Si dovranno valutare gli effetti delle misure che sono state messe in campo nei giorni scorsi. Si stanno già pensando, però, nuove strette anti covid. Intanto le Regioni sulle chiusure vanno in ordine sparso 

23 ottobre - 08:50

Il governatore ha annunciato l'arrivo di una nuova ordinanza che andrà ad introdurre nuove restrizioni contro gli assembramenti.  A Belluno, intanto, in 24 ore sono state registrati ben 92 nuovi positivi e aumenta di 3 il numero dei decessi  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato