Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, addio a Dina e Natalina. Le due anziane ospiti in una Rsa contagiate nei giorni scorsi. E' allerta alta per le Case di riposo trentine

Da parte della Provincia si fa sapere che rimane alta l’attenzione nei confronti delle case di riposo. Dina Bazzanella, 96 anni, era molto conosciuta a Sover. Natalina Moser, invece, 90 anni, era originaria di Pergine

Di gf - 11 October 2020 - 08:58

TRENTO. Si chiamano Dina Bazzanella e Natalina Moser le due anziane positive al coronavirus e morte nella notte tra venerdì e sabato. Due lutti che gettano una terribile ombra di dolore su tutto il Trentino nei giorni in cui l'allarme per i contagi si fa sempre più sentire.

 

Nell'ultimo rapporto dell’azienda provinciale per i servizi sanitari, con oltre 2500 test, sono stati individuati 50 nuovi casi positivi ai quali si aggiungono altri 21 soggetti il cui contagio è stato accertato dal tampone antigienico e che ora dovranno sottoporsi, per la probabile conferma, al tampone molecolare.

 

Nei giorni scorsi ad aumentare l'allarme è stato il ritorno di Covid19 nelle Rsa. I due decessi riguardano due anziane che si trovavano nella Rsa Villa Alpina di Montagnaga dove è scoppiato un focolaio. La situazione in questa struttura è ancora grave. Secondo le ultime verifiche, infatti, sono 24 gli ospiti positivi e di questi 4 sono stati trasferiti in una struttura a Volano. Ci sono poi 14 operatori contagiati.

 

Da parte della Provincia si fa sapere che rimane alta l’attenzione nei confronti delle case di riposo, con un monitoraggio accurato che riguarda il focolaio individuato nei giorni scorsi: qui sono emersi altri 9 casi (4 operatori e 5 ospiti), la maggior parte sono asintomatici (solo 1 operatore e 1 ospite presentano sintomi al momento). Il totale dei positivi sale pertanto a 45 (29 ospiti e 16 operatori). Numeri che continuano a cambiare di giorno in giorno con l'evoluzione della pandemia.

 

Entrambe le anziane decedute nelle scorse ore avevano anche altre patologie. Dina Bazzanella, 96 anni, era molto conosciuta a Sover. Natalina Moser, invece, 90 anni, era originaria di Pergine.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 11:09

Continuano a essere molti i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Mentre si attende la risposta da Roma sulla scelta di mantenere in vigore le misure da zona gialla nonostante il collocamento in zona rossa, i nuovi positivi sono stati 436, 5 i decessi. A Dobbiaco proseguono le operazioni di screening, mentre nelle Rsa si raggiunge il 40% di vaccinati

16 January - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

16 January - 09:45

Il presidente Arno Kompatscher e l'assessore alla Salute Thomas Widmann hanno espresso nella conferenza stampa di venerdì sera la loro sorpresa per la classificazione in zona rossa della provincia di Bolzano. Secondo i dati a disposizione dell'Azienda sanitaria non ci sarebbero le condizioni per questo tipo di colorazione. Per questo, mentre si cerca il dialogo con Roma, l'Alto Adige proseguirà con le attuali misure da zona gialla. Ecco l'ordinanza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato