Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Kompatscher: "Sondaggio su posizione dei cittadini verso i vaccini. Inaccettabili scene di assembramenti nel weekend"

Il presidente Arno Kompatscher è intervenuto assieme al collega Thomas Widmann per presentare i contenuti dell'ultima sessione di giunta. Tema centrale: il Covid-19 e le imminenti misure del governo per le festività. "Abbiamo detto a Roma che scene come quelle viste nel weekend non sono accettabili. Faremo sondaggio sulle posizioni degli altoatesini rispetto ai vaccini"

Di Davide Leveghi - 15 December 2020 - 13:51

BOLZANO. Intervenuti nel posto-giunta per presentare i contenuti delle discussioni, il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e l'assessore alla Salute Thomas Widmann hanno chiarito la situazione in attesa che da Roma diano indicazioni precise sulle imminenti feste. “Noi attendiamo di capire come si evolve la situazione e poi decideremo cosa fare”, ha annunciato il Landeshauptmann.

 

Le diverse ipotesi sul tavolo produrrebbero infatti non poche conseguenze in un territorio caratterizzato da pochi grandi centri urbani e da molti Comuni medio-piccoli. “Si sta discutendo l'ipotesi di una deroga sul divieto di spostamento per i Comuni fino ai 5000 abitanti – ha spiegato il presidente altoatesino – il dibattito è ampio sia sui giorni festivi che sull'intero periodo. Noi per adesso non facciamo anticipazioni, vediamo come si evolve a livello nazionale e eventualmente adotteremo regole mirate rispetto alle peculiarità del nostro territorio. La situazione epidemiologica è la base di partenza, speriamo che nel giro di pochi giorni arrivino notizie più chiare e allora decideremo sul da farsi”.

 

L'obiettivo annunciato dalla giunta rimane comunque quello di rientrare a gennaio con una situazione nuovamente “normalizzata”. Le scorse settimane hanno infatti fatto registrare in Alto Adige misure particolarmente stringenti in virtù di un quadro epidemiologico critico, tanto da spingere le autorità politiche e sanitarie a varare la massiccia campagna di screening conclusa con oltre 362mila persone testate.

 

Al di là delle decisioni del governo il nostro obiettivo è arrivare a gennaio con una situazione epidemiologica che permetta di riaprire attività e scuola in presenza al 75% per le superiori. Questo presuppone una particolare situazione epidemiologica, che ad oggi appare possibile. Nonostante ciò si sono viste delle scene non adeguate in questo fine settimana. Sul tema abbiamo già detto al governo di intervenire, perché i comportamenti di una minoranza non possono vanificare quello che abbiamo costruito in queste ultime settimane. Sarebbe inaccettabile”

 

Kompatscher ha poi esposto gli altri temi discussi in giunta, dall'imminente censimento linguistico decennale al censimento agricolo. Uno degli aspetti più importanti ha invece riguardato le vaccinazioni. “Faremo un sondaggio per capire la posizione delle persone rispetto al tema e quali motivazioni ci siano. È un tema che ha un interesse non solo generale, ma anche specifico per la lotta al Covid-19”.

 

In una giornata caratterizzata da numeri più contenuti del contagio, con i ricoveri in discesa rispetto alle scorse settimane, così come l'indice contagi/tamponi, l'assessore Widmann ha tracciato il quadro della situazione, invitando la popolazione a non abbassare la guardia. “Anche se grazie al lockdown e allo screening di massa abbiamo avuto un calo notevole del contagio, c'è comunque da stare in allerta – ha concluso – indipendentemente dalle decisioni che verranno prese è importante il comportamento tutti. La base sono delle regole semplici. Non è bello se si vedono foto come quelle degli assembramenti di questo fine settimana. Non è giusto”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no

21 January - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

21 January - 20:22

L'albergo su corso Rosmini nel centro storico della città della Quercia resta operativo e cerca di reggere un mercato profondamente stretto e diverso. Marco Zani: "Cerchiamo anche di mettere in rete le peculiarità della zona, la vicinanza del Monte Baldo, la Campana dei caduti e i musei, così come le tante possibilità offerte dalla Vallagarina. Ideato offerte speciali per fa lavorare anche il ristorante la sera"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato