Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Alto Adige calano ricoveri e indice di contagio. Ancora altro il numero di decessi: sono 10 nelle ultime 24 ore

Nel bollettino quotidiano sulla situazione Coronavirus in Alto Adige, emergono dati confortanti rispetto agli ospedali. Calano i ricoveri, stabili le terapie intensive. In discesa il tasso contagi/tamponi, ma i morti continuano a essere tanti. Sono altri 10 nelle ultime 24 ore, 363 nella sola seconda ondata

Di Davide Leveghi - 15 December 2020 - 11:39

BOLZANO. Numeri del contagio in calo in Alto Adige, dove sommando i positivi emersi dai tamponi molecolari e dai tamponi rapidi analizzati dai laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina si registrano 200 nuovi contagi. Il tasso contagi/tamponi segna una diminuzione rispetto alla giornata di lunedì, attestandosi all'8,25% nel caso dei molecolari (89 positivi su 1079 tamponi effettuati) e al 3,33% nel caso degli antigenici rapidi (111 positivi su 3333).

 

Complessivamente, dunque, il tasso contagi/tamponi registrato nella giornata di martedì 15 dicembre segna un 4,53% contro il 7% di lunedì 14. Con i nuovi 89 casi individuati con tampone molecolare, l'unico riconosciuto a livello internazionale per il conteggio dei casi di Coronavirus, da inizio epidemia l'Alto Adige ha registrato 26.940 casi.

 

Ancora alto il dato dei decessi. Sono 10 quelli registrati nelle ultime 24 ore, cifra che porta il numero dei decessi in questa seconda ondata a 363 morti, che diventano 657 se contati da inizio pandemia.

 

In calo, invece, i dati dei ricoveri, 208 nei normali reparti ospedalieri, mentre rimangono stabili le voci sui pazienti ospitati nelle strutture private convenzionate (145) e nelle terapie intensive (24). Sono 34 i pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes (rispettivamente 19 e 15), mentre calano a 6010 le persone in isolamento domiciliare.

 

Crescono le persone guarite dal Coronavirus. Sono 62 nelle ultime 24 ore, 15.653 da inizio pandemia. Tra i collaboratori e le collaboratrici dell'Azienda sanitaria risultati positivi si registrano 1218 casi, di cui 780 guariti. Sono 26 su 37, invece, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta contagiati e poi guariti.

 

I numeri in breve:

Test PCR:

Tamponi effettuati ieri (14 dicembre): 1.079

Nuovi casi testati positivi da PCR: 89

Numero delle persone testate positive da PCR al coronavirus: 26.940

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 337.081

Numero delle persone sottoposte al test PCR: 155.855 (+252)

 

Test antigenici:

test antigenici eseguiti ieri: 3.333

Numero delle persone testate positive dai test antigenici: 111

 

Altri dati:

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 208

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate: 145

Pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes: 34 (19 a Colle Isarco e 15 a Sarnes)

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 24

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 657 (+10)

Persone in isolamento domiciliare: 6.010

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 60.589

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 66.599

Persone guarite: 15.653 (+62). A queste si aggiungono 1.460 (+5) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Totale: 17.113 (+67)

Collaboratori/collaboratrici dell'Azienda sanitaria positivi al test: 1.218, di questi 780 guariti. Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta: 37, di questi 26 guariti (al 05.12.)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 January - 15:08

Per il deputato forzista viene a crearsi anche una concorrenza sleale con gli altri territori: “Lo trovo assurdo soprattutto per i territori bellunesi confinanti con l’Alto Adige che da sempre vivono questa concorrenza sleale e che adesso avvertono con maggiore forza differenze quanto mai anacronistiche e impossibili da digerire" 

22 January - 12:27

A Stoccolma è nato Cederhus, il progetto che prevede la realizzazione della più grande struttura in legno al mondo. Un progetto che trova sostegno nell’azienda altoatesina Rothoblaas, specializzata nella produzione di viti, piastre, angolari e nastri sigillanti destinati proprio per questo genere di strutture. "Il nostro obiettivo è sostituire gli edifici in cemento con quelli in legno"

24 January - 12:13

Al gestore del bar la sanzione di 400 euro perché ha violato le disposizioni che impongono di non poter ricevere alcun cliente dopo le ore 18 all’interno del locale.  I controlli messi in campo da una task force interforze, voluta dal Questore di Trento, composta da agenti della Polizia di Stato, della Polizia Locale di Trento e della Guardia di Finanza che ha passato al setaccio i locali pubblici della città

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato