Contenuto sponsorizzato

Denunciato per rissa, poi spunta un video (virale) che incastra altre 4 persone per "discriminazione razziale" e omissione di soccorso

I fatti si sono svolti sabato scorso, 27 giugno, a Brunico. Un giovane 32enne, in forte stato di alterazione psicomotoria aveva danneggiato piante, biciclette e altri arredi urbani e aveva aggredito diversi passanti. Qualche giorno dopo, però, aveva iniziato a girare sui social un video  subito diventato “virale” che ha fatto luce sull'episodio

Pubblicato il - 02 luglio 2020 - 16:28

BOLZANO. Sabato scorso, 27 giugno, in via Bastioni a Brunico erano dovute intervenire due pattuglie dei carabinieri e un'ambulanza a causa di un uomo nigeriano, di 32 anni e residente a Gais, che in forte stato di alterazione psicomotoria aveva danneggiato piante, biciclette e altri arredi urbani e aveva aggredito diversi passanti. 

 

L'uomo era stato quindi accompagnato all'ospedale di Brunico per le cure del caso, dove i carabinieri avevano poi scoperto che vittime della violenza dell'uomo erano stati anche due giovani brunicensi, un ventinovenne e una trentunenne. Il giovane è stato quindi denunciato a piede libero per i reati di lesioni personali e danneggiamento aggravato.

 

Nei giorni successivi, mentre i carabinieri di Brunico erano occupati a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti tramite testimonianze e acquisizione di registrazioni video, aveva iniziato a girare sui social un video  subito diventato “virale”. Dal video pareva che il giovane nigeriano fosse stato gratuitamente aggredito.

 

La ricostruzione dei fatti operata poi dai carabinieri di Brunico ha fatto un po’ di luce sull'episodio. Le indagini, conclusesi ieri sera (1° luglio), hanno portato alla denuncia di cinque persone a vario titolo ritenute responsabili dei reati di rissa, danneggiamento aggravato, omissione di soccorso e discriminazione e violenza per motivi razziali ed etnici.

 

Il nigeriano e i due brunicensi che erano finiti in ospedale sono stati denunciati per rissa. I due brunicensi anche per omissione di soccorso e “discriminazione razziale”. E per questi ultimi due reati sono stati denunciati anche un venticinquenne di San Lorenzo e un ventitreenne di Brunico.

 

Ora starà a loro cinque giustificarsi con l’autorità giudiziaria per le proprie azioni, ognuno per la rispettiva parte, considerando che però i video acquisiti dai carabinieri sono piuttosto chiari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
20 giugno - 14:29
Sul palco della manifestazione “Prima l'Italia”, insieme al leader del Carroccio Matteo Salvini e agli altri governatori leghisti, il [...]
Cronaca
20 giugno - 13:32
Nelle ultime ore si è fatta largo l’ipotesi di un incidente avvenuto nelle acque del lago di Garda con un motoscafo che avrebbe travolto la [...]
Ambiente
20 giugno - 11:59
Il progressivo scioglimento della banchisa fa sì che sempre più acqua sia esposta al calore del sole, in un circolo vizioso che porta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato