Contenuto sponsorizzato

Dramma nei boschi, 53enne si sente male e chiama i familiari. Trovato senza vita dai soccorritori

E' successo in Val di Peio, l'uomo aveva chiamato i famigliari che a loro volta hanno chiesto aiuto alla centrale unica di emergenza. Il 53enne è stato individuato anche grazie alle foto che aveva spedito ma purtroppo per lui inutili i tentativi di rianimazione 

Pubblicato il - 20 luglio 2020 - 10:13

VAL DI PEIO. Dramma nei boschi della Val di Peio dove un uomo di 53 anni è morto a seguito di un malore durante una escursione.

 

Si tratta di un turista e il fatto è avvenuto a poca distanza da Malga Campo Nestalp. L'uomo, originario di Cesano Maderno, era uscito durante la mattina alla ricerca di funghi. A un certo punto, però, si è sentito male ed ha chiamato immediatamente i propri familiari per chiedere aiuto.

 

Hanno immediatamente dato l'allarme alla centrale unica di emergenza. Individuare il luogo dove si trovava il soggetto non è stato semplice. Ad aiutare i soccorritori sono state alcune foto che aveva fatto il 53enne e che aveva poi mandato ai famigliari.

 

Una squadra del soccorso alpino di Peio e l'elisoccorso con i tecnici e l'equipe sanitaria si sono immediatamente portati nell'area boschiva individuata riuscendo a trovare l'uomo steso a terra. Sono iniziate le manovre di rianimazione ma purtroppo per il 53enne non vi è stato nulla da fare.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato