Contenuto sponsorizzato

Esce di strada in auto e piomba nel piazzale della concessionaria

L'incidente è avvenuto poco prima le 19 di oggi, sabato 18 gennaio, a Cles. Il conducente ha perso il controllo del mezzo lungo via Trento, il veicolo ha iniziato a sbandare e così è uscita di strada. La corsa si è conclusa nel piazzale della concessionaria

Pubblicato il - 18 gennaio 2020 - 19:41

CLES. Un'auto è quasi piombata nel piazzale di una concessionaria in val di Non.

 

L'incidente è avvenuto poco prima le 19 di oggi, sabato 18 gennaio, a Cles. Il conducente ha perso il controllo del mezzo lungo via Trento, il veicolo ha iniziato a sbandare e così è uscita di strada.

 

La corsa si è conclusa nel piazzale della concessionaria in bilico sul muretto tra le auto dell'esercizio commerciale e la strada.

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Cles e carabinieri per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica.

 

Le forze dell'ordine e i pompieri hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario ha prestato le cure del caso al ferito.

 

Il conducente è stato immobilizzato e stabilizzato, fortunatamente non sembra in gravi condizioni, anche se è stato accompagnato al pronto soccorso di Cles per accertamenti.

 

Un'operazione lunga per mantenere il veicolo in equilibrio, quindi riportalo in carreggiata e rimuovere il mezzo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 14:12

Il Governo si è preso l’impegno di erogare i primi aiuti già a novembre: “Abbiamo previsto una serie di indennizzi per coloro che saranno penalizzati dalle nuove norme”. In arrivo nuovi contributi a fondo perduto, cancellata la seconda rata Imu e confermata la cassa integrazione

25 ottobre - 17:01

Il vicepresidente della Confesercenti, Massimiliano Peterlana, descrive la situazione del comparto terziario dopo il nuovo Dpcm. "Ci aspettavamo degli interventi puntuali e circoscritti alle situazioni dove le regole non vengono rispettate, anziché un intervento a tappeto che colpisce tutti indistintamente"

25 ottobre - 17:34

La Provincia di Trento ha deliberato su proposta dell'assessora Giulia Zanotelli di formare dei cacciatori che abbattano almeno 120 cormorani all'anno. Questi animali, esponenzialmente cresciuti di numero negli ultimi decenni, si nutrono infatti di pesci anche pregiati, come la trota marmorata, danneggiando la pesca

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato