Contenuto sponsorizzato

Escono di strada con l'auto e precipitano per venti metri. Quattro giovani finiscono sbalzati sulla roccia, 23enne in gravi condizioni

E' successo ieri sera nel veronese, sul posto anche il soccorso alpino per riuscire a recuperare due dei quattro feriti rimasti nelle scarpata. Un 23enne incosciente all'arrivo dei soccorsi

Pubblicato il - 27 febbraio 2020 - 08:07

VERONA. Gravissimo incidente nella serata di ieri nel veronese nel quale quattro ragazzi sono rimasti feriti, alcuni in modo molto serio.

 

E' successo in serata, attorno alle 19. I giovani si trovavano a bordo di una macchina e stavano percorrendo la strada provinciale 34  tra Fosse e Bellori. Ad un certo punto, per cause in corso di verifica, l'auto è andata dritta in curva cadendo per una ventina di metri e fermandosi poi rovesciata.

I quattro giovani sono tutti sbalzati all'esterno. Due sono riusciti a risalire la scarpata e a dare l'allarme.

 

Sul posto si è portata una squadra del Soccorso alpino di Verona assieme ai Vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il mezzo e si sono calati nella scarpata per portare in salvo gli altri due feriti.

 

Sul posto anche Croce Rossa e automedica con personale sanitario che ha subito prestato le prime cure. Un ragazzo di 23 anni è apparso immediatamente in gravi condizioni. Il terzo ragazzo è stato portato sulla strada e affidato all'ambulanza, il quarto, incosciente all'arrivo dei soccorsi, è stato imbarellato e sollevato verso l'alto con una serie di paranchi successivi, per poi essere trasportato all'ospedale in gravi condizioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 aprile - 11:52

Il caso è successo nelle Giudicarie Esteriori. A segnalare la presenza del Taxi alle forze dell'ordine dei residenti e la polizia locale ha intercettato il mezzo

03 aprile - 12:38

Il capo della Protezione civile ha spiegato a Radio1 e Radio Capital che la fase-2 potrebbe partire a metà maggio. Il rischio è che come in Cina ci sia un effetto di ritorno del virus e comunque il coronavirus ''cambierà il nostro approccio ai contatti umani e interpersonali, dovremo mantenere le distanze''

03 aprile - 11:39

Fabrizio Iellici di Ziano di Fiemme è deceduto ieri. Da sempre in prima linea nei progetti di solidarietà portati avanti in tutta Italia da parte delle penne nere 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato