Contenuto sponsorizzato

Inchioda alla vista dei carabinieri che scrivono un verbale ad un automobilista in stato d'ebbrezza, ma anche lui viene trovato ubriaco. Denunciato un 43enne

Su tutto il territorio provinciale, il comando dei carabinieri di Trento ha intensificato i controlli sulle strade per evitare le cosiddette "stragi del sabato sera". In poco meno di due settimane, l'attività dei militari ha portato al ritiro di svariate patenti di guida per guida in stato d'ebbrezza. Il caso più eclatante è avvenuto a Rabbi, dove un uomo alticcio alla guida è stato fermato per aver inchiodato alla vista di una pattuglia

Pubblicato il - 27 gennaio 2020 - 17:53

TRENTO. Controlli straordinari negli ultimi 9 giorni da parte dei carabinieri del comando provinciale di Trento, con la finalità di prevenire e reprimere condotte pericolose alla guida di automobili, specie nei fine settimana. L'attività sviluppata sul territorio ha portato al controllo di 299 persone in 127 veicoli, attuato nei pressi dei locali di maggior ritrovo della zona e lungo gli assi stradali più trafficati.

 

Nella notte di domenica 26 gennaio l'etilometro della pattuglia radiomobile di Cles ha segnato un tasso di alcolemia di poco inferiore ai 3 grammi per litro. A “soffiare” nell'etilometro è stato un 40enne residente in Val di Sole autore a Rabbi, verso le 2, di un pericoloso taglio di una curva che per poco non portava ad un frontale con una pattuglia proveniente dal senso opposto. Raggiunto e fermato, l'uomo mostrava un'evidente ubriachezza.

 

Recidivo, si è visto ritirare la patente di guida. Proprio al momento della verbalizzazione, l'attenzione dei militari è stata attratta dalla strana condotta di un altro conducente, identificato poi come un 43enne della zona. Questi, alla vista della pattuglia, ha infatti frenato bruscamente, parcheggiando poi sul margine della carreggiata. Evidentemente alticcio e rifiutatosi di farsi sottoporre alla prova dell'etilometro, l'uomo s'è visto ritirare la patente e deferire in stato di libertà alla locale procura.

 

Nella tarda serata di sabato 18 gennaio, in Sarnonico e Comezzadura venivano sanzionati amministrativamente due persone trovate superiori alla soglia consentita con un valore compreso tra 0.5 e 0.8 grammi per litro. Nelle prime ore di domenica 26 un'altra patente veniva invece ritirata ad un turista che, a Dimaro-Folgarida, è rimasto coinvolto in un incidente stradale dalle conseguenze fortunatamente di lieve entità.

 

L'uomo, che ha riportato qualche escoriazione, è stato infatti soccorso dopo essere finito fuori strada. I carabinieri, come da prassi, lo hanno sottoposto al test dell'etilometro, decretando un livello piuttosto alto tale da denunciare il contravventore all'autorità giudiziaria, oltre al ritiro della patente e ad una multa di diverse migliaia di euro.

 

Nella stessa notte, ad Arco, due automobilisti sono stati fermati con un tasso superiore a 1 grammo per litro. I controlli, effettuati nei pressi di un locale notturno, hanno così portato al ritiro della patente di un 40enne residente a Madruzzo e di una ventenne di Riva del Garda. Durante le ispezioni, l'attenzione dei militari ha riguardato anche l'utilizzo di stupefacenti, di cui è stato trovato in possesso un giovane 20enne, segnalato immediatamente all'autorità amministrativa.

 

Ulteriori controlli sono stati poi effettuati a Madonna di Campiglio, dove nella giornata del 23 gennaio scorso un turista ventenne è stato trovato alla guida con un tasso alcolemico superiore a 2 grammi per litro. Controlli sugli automobilisti nella zona di Rovereto hanno portato al sanzionamento di svariate infrazioni al codice della strada per un totale di 51 punti complessivi decurtati e per 1659 euro di contravvenzione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 14:12

Il Governo si è preso l’impegno di erogare i primi aiuti già a novembre: “Abbiamo previsto una serie di indennizzi per coloro che saranno penalizzati dalle nuove norme”. In arrivo nuovi contributi a fondo perduto, cancellata la seconda rata Imu e confermata la cassa integrazione

25 ottobre - 17:01

Il vicepresidente della Confesercenti, Massimiliano Peterlana, descrive la situazione del comparto terziario dopo il nuovo Dpcm. "Ci aspettavamo degli interventi puntuali e circoscritti alle situazioni dove le regole non vengono rispettate, anziché un intervento a tappeto che colpisce tutti indistintamente"

25 ottobre - 17:34

La Provincia di Trento ha deliberato su proposta dell'assessora Giulia Zanotelli di formare dei cacciatori che abbattano almeno 120 cormorani all'anno. Questi animali, esponenzialmente cresciuti di numero negli ultimi decenni, si nutrono infatti di pesci anche pregiati, come la trota marmorata, danneggiando la pesca

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato