Contenuto sponsorizzato

Ladri alla gelateria Pingu, danni per un migliaio di euro e gelato da buttare

E' successo nella notte tra mercoledì e giovedì. I ladri sarebbero entrati da un porta secondaria. Sul posto la polizia per i rilievi 

Pubblicato il - 29 maggio 2020 - 08:18

TRENTO. Danni per un migliaio di euro a poche settimane dalla riapertura dopo il lockdown per l'emergenza sanitaria. Furto notturno alla gelateria Pingu di Madonna Bianca. E' successo nella notte tra mercoledì e giovedì.

 

Due ladri, entrambi con il passamontagna, sono riusciti ad entrare da un porta secondaria all'interno della gelateria. Una volta all'interno hanno aperto dei frigo, anche un freezer lasciandolo poi aperto e costringendo i titolari a buttare tutto il gelato preparato.

 

A scoprire quello che era successo è stata una dipendente in tarda mattinata quando è entrata in gelateria e si è accorta della confusione. Immediatamente è stato dato l'allarme e sul posto si è portata la polizia per i rilievi avviare le indagini.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 19:33

Il Comune di Grigno vuole offrire la possibilità a tutti i 2200 abitanti di fare il tampone, ora si attente il via libera della Provincia. Il sindaco Voltolini: “Abbiamo già uno spazio e la disponibilità di medici e infermieri volontari, basta che ci mandino i test necessari. Lo screening di massa? Strumento fondamentale per la gestione della pandemia

25 novembre - 18:21

E' grande il cordoglio in Trentino per la scomparsa di una figura di primo piano per il territorio, un grande impegno che l'ha portato a essere insignito del titolo di "Maestro del lavoro" nel 2007

25 novembre - 16:26

Mentre oggi si celebra la giornata contro la violenza sulle donne, carta stampata e televisione pubblica nazionale si sono esibite in questo doppio colpo da 'Ko' per la collettività. Feltri sul caso Genovese ha parlato di ''accanimento sulla passera'', ''fama di mandrillo'' e si è chiesto se la 18enne non avesse il sospetto che ''a un certo punto avrebbe dovuto togliersi le mutandine senza sapere quando avrebbe potuto rimettersele'' concludendo, di fatto, dando la colpa (pur con attenuanti generiche) alla giovane e ai suoi genitori. Più leggero ma altrettanto mortificante quanto visto sulla Rai (IL VIDEO)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato