Contenuto sponsorizzato

Lago di Garda, si fingevano turisti e con la scusa di chiedere informazioni derubavano i passanti

Per arrestare i due malviventi i carabinieri, in borghese, si sono mescolati ai turisti aspettando il momento giusto per intervenire. I “predoni del lago” sono stati denunciati per una serie di furti avvenuti in varie località del Garda

Pubblicato il - 04 agosto 2020 - 10:35

MALCESINE (VR). Il metodo utilizzato era molto semplice ma altrettanto efficace: una coppia di ladri, fingendosi turisti, fermavano i passanti con la scusa di chiedere delle informazioni, mentre il complice distraeva la vittima mostrando una cartina l’altro tentava di impadronirsi di portafogli e valori dei malcapitati.

 

Così una turista olandese in vacanza a Peschiera del Garda era stata derubata del portafoglio e della carta di credito. Dopo la denuncia i carabinieri si sono subito attivati e grazie alla collaborazione dei commercianti e ai sistemi di videosorveglianza avevano ricostruito i movimenti dei malviventi.

 

I due cittadini di origine rumena, di 40 e 42 anni, tramite la carta di credito della turista olandese avevano acquistato alcuni capi d’abbigliamento, due stecche di sigarette e prelevato 1200 euro in contanti. Ritenendo che i due si spostassero da una località all’altra i militari sono riusciti a rintracciare i due 40enni a Malcesine. Svestita la divisa e mescolatisi ai turisti i carabinieri hanno cominciato a battere il centro storico.

 

Grazie alla segnalazione di alcuni negozianti i militari sono stati indirizzati in località Porto Vecchio dove hanno riconosciuto gli autori del furto ai danni della turista olandese. I due cittadini rumeni sono stati notati mentre stavano tentando di derubare un’anziana coppia di turisti.

 

Per evitare possibili fughe fra le vie del paese i carabinieri hanno pedinato i due ladri fino a un parcheggio dove sono stati fermati e sottoposti a perquisizione, grazie alla quale è stato possibile recuperare parte degli acquisti effettuati con la carta di credito della turista olandese a Peschiera del Garda, tra cui un berretto della Timberland e due stecche di sigarette Vogue, oltre a circa mille euro in contanti. Fra il materiale rinvenuto vi era anche uno scontrino del supermercato dove la donna era stata derubata.

 

I due sono stati tratti in arresto per il tentato furto ai danni del turista ottantenne, che li ha poi riconosciuti e denunciati, ma sono anche stati deferiti per il furto ai danni della turista e per l’utilizzo indebito della sua carta di credito. Entrambi sono stati ristretti all’interno del carcere di Verona Montorio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 12:57

Il presidente del Mart Vittorio Sgarbi presenterà in conferenza stampa alla Camera un nuovo strumento tecnologico capace di fermare il virus sfruttando le particelle d'argento. "Membrana culture" è una pellicola che si può applicare alle superfici e che non necessita di interventi umani per essere sanificata. "Al museo di Rovereto la prima sperimentazione in Italia. Così i visitatori possono visitare in sicurezza"

30 novembre - 11:41

Dietro il furto e la successiva macellazione degli animali c’è la mano dell’uomo. L’allevatore della Val di Fiemme che ha subito il raid ha ritrovato le teste mozzate di tre capre a poca distanza dalla stalla

30 novembre - 12:39

L’allarme è scattato nella notte, l’impatto fra la moto e l’automobile è stato violentissimo. Luca Belgrado è morto sul colpo, troppo gravi le ferite riportate, inutili anche i tentativi di rianimarlo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato