Contenuto sponsorizzato

Lago di Garda, si fingevano turisti e con la scusa di chiedere informazioni derubavano i passanti

Per arrestare i due malviventi i carabinieri, in borghese, si sono mescolati ai turisti aspettando il momento giusto per intervenire. I “predoni del lago” sono stati denunciati per una serie di furti avvenuti in varie località del Garda

Pubblicato il - 04 agosto 2020 - 10:35

MALCESINE (VR). Il metodo utilizzato era molto semplice ma altrettanto efficace: una coppia di ladri, fingendosi turisti, fermavano i passanti con la scusa di chiedere delle informazioni, mentre il complice distraeva la vittima mostrando una cartina l’altro tentava di impadronirsi di portafogli e valori dei malcapitati.

 

Così una turista olandese in vacanza a Peschiera del Garda era stata derubata del portafoglio e della carta di credito. Dopo la denuncia i carabinieri si sono subito attivati e grazie alla collaborazione dei commercianti e ai sistemi di videosorveglianza avevano ricostruito i movimenti dei malviventi.

 

I due cittadini di origine rumena, di 40 e 42 anni, tramite la carta di credito della turista olandese avevano acquistato alcuni capi d’abbigliamento, due stecche di sigarette e prelevato 1200 euro in contanti. Ritenendo che i due si spostassero da una località all’altra i militari sono riusciti a rintracciare i due 40enni a Malcesine. Svestita la divisa e mescolatisi ai turisti i carabinieri hanno cominciato a battere il centro storico.

 

Grazie alla segnalazione di alcuni negozianti i militari sono stati indirizzati in località Porto Vecchio dove hanno riconosciuto gli autori del furto ai danni della turista olandese. I due cittadini rumeni sono stati notati mentre stavano tentando di derubare un’anziana coppia di turisti.

 

Per evitare possibili fughe fra le vie del paese i carabinieri hanno pedinato i due ladri fino a un parcheggio dove sono stati fermati e sottoposti a perquisizione, grazie alla quale è stato possibile recuperare parte degli acquisti effettuati con la carta di credito della turista olandese a Peschiera del Garda, tra cui un berretto della Timberland e due stecche di sigarette Vogue, oltre a circa mille euro in contanti. Fra il materiale rinvenuto vi era anche uno scontrino del supermercato dove la donna era stata derubata.

 

I due sono stati tratti in arresto per il tentato furto ai danni del turista ottantenne, che li ha poi riconosciuti e denunciati, ma sono anche stati deferiti per il furto ai danni della turista e per l’utilizzo indebito della sua carta di credito. Entrambi sono stati ristretti all’interno del carcere di Verona Montorio.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 maggio - 21:00
I numerosi avventori, quelli che hanno ormai piantato le tende (è proprio il caso di dirlo: sono ben 11 attualmente) nel giardino dell'università [...]
Montagna
25 maggio - 20:30
Il Comune di Cavalese ha approvato il posizionamento di una quindicina di termocamere lungo la strada di fondovalle. Il sindaco Sergio Finato: "In [...]
Montagna
25 maggio - 18:46
La notizia del rinvenimento (avvenuto ad aprile) di un lupo morto, presumibilmente ucciso da un colpo di fucile, corre veloce fra le contrade della [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato