Contenuto sponsorizzato

Lavori in corso per la messa in sicurezza della ciclabile del Garda. La Provincia: "Entro due settimane si riapre"

Il tratto di pista ciclopedonale che collega Riva del Garda a Torbole era stato chiuso dopo le frane avvenute alla fine dello scorso anno. Ora, avvicinandosi alla consegna del primo lotto della Civlovia del Garda da parte della Pat e terminato il periodo di sospensione dei lavori causato dall'emergenza Covid, si punta alla definitiva messa in sicurezza. Stesso discorso, dopo la lunga chiusura e le tante promesse, per l'Hotel Baia Azzurra 

Pubblicato il - 08 giugno 2020 - 18:13

RIVA DEL GARDA. Entro luglio la ciclopedonale che collega Riva del Garda e Torbole verrà messa in sicurezza. A garantirlo è la Provincia, che tramite una nota stampa ha assicurato celerità nel completamento dei lavori, dopo che questo tratto di quella che sarà la pista ciclabile che circonda il lago di Garda è stato interrotto causa frane.

 

Passata l'emergenza, dunque, l'impresa che si occupa della messa in sicurezza tornerà a lavorare per permettere il passaggio sicuro nella sottostante pista ciclabile, oggi oggetto di deviazione sulla strada statale. Dalle 14.30 del giorno 5 giugno 2020 alle ore 16.30 del giorno 19 giugno 2020, infatti, tra località Lido di Arco e località Porto San Nicolò è stata istituito un temporaneo senso unico alternato, con l'utilizzo della rimanente corsia per il transito di pedoni e biciclette che non possono utilizzare la normale pista pedociclabile a sbalzo.

 

Con il posizionamento delle reti certificate, come stabilito dal Servizio provinciale per le opere stradali e ferroviarie, eventuali blocchi rocciosi saranno bloccati, permettendo la riapertura anche dell'hotel Baia Azzurra, chiuso al momento su ordinanza del Comune di Arco perché dichiarato inagibile a causa del rischio di proiezioni rocciose di piccole dimensioni. L'attività della struttura alberghiera, garantisce la Pat, potrà dunque riprendere normalmente da inizio luglio, con la comunicazione al Comune arcense da parte di Piazza Dante del via libera formale alla riapertura.

 

L'hotel, d'altronde, era chiuso già da novembre, non riuscendo a riaprire nonostante le continue promesse della Provincia e lo scaricabarile sul Comune di Arco. Dopo il nostro articolo, dunque, arriva la promessa della Giunta.

 

Il tratto interessato dai lavori fa parte, come detto, della ciclovia del Garda. Nei giorni scorsi il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti aveva annunciato l'imminente consegna del primo lotto, giudicandola un “passaggio importante per la realizzazione della spettacolare infrastruttura attorno al più grande lago italiano”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 giugno - 19:10
Vertice tra Provincia, Upipa e Spes per l’analisi delle richieste che sono arrivate dal mondo delle case di riposo. L'assessora Stefania [...]
Cronaca
18 giugno - 18:58
Il sindacato dei giornalisti del Trentino Alto Adige incassa una vittoria (''parziale'') sul fronte della condotta antisindacale da parte della [...]
Cronaca
18 giugno - 16:15
Lo ha annunciato il ministero per la Salute prolungando anche le misure di ingresso da India Bangladesh e Sri Lanka
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato