Contenuto sponsorizzato

Frana al Brione, sono precipitati enormi massi. Interrotta la statale 240 ed evacuata un'area: non si esclude un nuovo distacco

La frana è avvenuta ieri sera nella zona Baia Azzura sul confine tra Arco e Riva. Chiunque dovesse essere sorpreso all'interno dell'area evacuata verrà immediatamente allontanato e segnalato alle forze di polizia

Pubblicato il - 20 November 2019 - 08:31

ARCO. Stanno proseguendo senza sosta le operazioni di monitoraggio e messa in sicurezza nella zona Baia Azzurra sul confine tra Arco e Riva in prossimità del monte Brione per una importante frana.


Ieri pomeriggio, attorno alle 19, una scarica di enormi massi si è abbattuta sulla ciclabile che collega Riva del Garda con Torbole, propria all’altezza dell'hotel Baia Azzurra dove sono arrivati anche alcuni detriti. Il distacco è avvenuto sul versante orientale, con una parte dei massi che è "piovuta" sulla ciclabile mentre altri sono atterrati nella campagna sottostante.


Sul luogo, immediatamente si sono recati i vigili del fuoco e il personale della Provincia autonoma di Trento, in particolare un geologo. Precauzionalmente è stata disposta la chiusura sia della strada statale che della vicina pista ciclabile.

 

Tutti i punti di transito (stradali e pedonali) sono interdetti e presidiati. Chiunque dovesse essere sorpreso all'interno dell'area evacuata verrà immediatamente allontanato e segnalato alle forze di polizia.

 

Ecco l'area: in "Rosso" la zona dove si è verificato il distacco principale. In "Arancio" tutta la zona  evacuata dove vige il divieto assoluto di accesso (pedoni e veicoli).


 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 December - 07:38

Modifiche alle linee guida anche per quanto riguarda gli operatori: screening una volta in settimana e se non ci sono sintomi non servono test al personale che ha già contratto Covid-19 nei mesi scorsi. Francesca Parolari, presidente di Upipa: "Se aspettiamo l'insorgenza dei sintomi o aspettiamo la positività accertata di un operatore, rischiamo di non contenere il contagio. Dobbiamo agire su entrambi i fronti"

02 December - 10:58

L'Italia ha opzionato 202 milioni e 573mila dosi di vaccino che rappresentano una dotazione sufficientemente ampia per vaccinare tutta la popolazione e conservare alcune scorte di sicurezza. Il ministro: "Il nostro obiettivo è quello di raggiungere l'immunità di gregge"

30 November - 17:07

L’Ufficio meteorologia dell’Agenzia per la protezione civile spiega che la situazione è dovuta all’alternarsi di una serie notevole di fenomeni di alta pressione: “Il mese di novembre che sta per concludersi ha fatto registrare un numero eccezionale di ore di sole, il valore più elevato degli ultimi 35 anni”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato