Contenuto sponsorizzato

Statale chiusa tra Torbole e Riva del Garda, il monte Brione frana ancora. Alcuni detriti sulla ciclabile

Dopo i due eventi di fine novembre, quando alcuni massi sono precipitati sulla ciclabile e in una zona coltivata, e le operazioni per la messa in sicurezza attraverso alcune esplosioni controllate, si è verificato un ulteriore crollo nella giornata di oggi, giovedì 26 dicembre

Pubblicato il - 26 dicembre 2019 - 18:50

RIVA DEL GARDA. Una frana si è staccata dal monte Brione e alcuni detriti hanno raggiunto, ancora una volta, la ciclabile. Questo ha comportato la chiusura della strada statale 240 tra Torbole e Riva del Garda.

 

Dopo i due eventi di fine novembre, quando alcuni massi sono precipitati sulla ciclabile (Qui articolo) e in una zona coltivata (Qui articolo), e le operazioni per la messa in sicurezza attraverso alcune esplosioni controllate (Qui video), si è verificato un ulteriore crollo nella giornata di oggi, giovedì 26 dicembre.

Una nuova scarica di sassi lungo la litoranea tra le gallerie di porto San Nicolò e quella paramassi. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine per isolare l'area e avviare le verifiche del caso e avviare le operazioni di disgaggio. 

 

E' stata subito disposta la chiusura della statale con deviazione di Linfano, un provvedimento che durerà sicuramente fino a domani, venerdì 27 dicembre.

I distacchi dimostrano l'instabilità del versante orientale del monte Brione. La situazione resta sotto osservazione da parte dei vigili del fuoco di zona, ma anche dei geologi della Provincia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato